Sicilia, il Coro Polifonico Polimnia di Padula al The Sicily International Choir Festival

0
286

Ultimo fine settimana di ottobre emozionante per le voci del Coro Polimnia di Padula che, nei giorni dal 27 al 29 ottobre, sono stati in Sicilia per partecipare all’evento internazionale della musica Corale The Sicily International Choir Festival che ha coinvolto 4 città siciliane di grande cultura ossia: Catania, Acireale e Taormina e Messina.

L’evento è stato occasione importante per il coro storico padulese di confrontarsi con cori provenienti da tutto il mondo. Un appuntamento che ha consentito alle voci dirette dalla Maestra Annamaria Torresi di esprimersi in una delle loro specialità potendo anche contare su un repertorio vasto e che spazia negli ambito della musica corale. Nato nel 2008 dalla passione comune per il canto, il coro polifonico Polimnia diventa associazione nel 2011 con la presidenza e la direzione del coro affidata ad Annamaria Torresi.

Con le loro voci, esibendosi prevalentemente a cappella, partecipano a numerosi eventi , sia rassegne e festival nazionali ed internazionali e sia mettend la loro arte al servizio della beneficenza e della solidarietà. Nei giorni dal 27 al 29 ottobre, il gruppo è stato in Sicilia dove si è esibito, insieme a cori provenienti da ogni parte del mondo, alla terza edizione del festival Internazionale di Sicilia dei Cori dove hanno portato due brani dal loro vasto repertorio, che spazia dalla musica polifonica sacra a quella profana,  passando per la musica contemporanea senza tralasciare il classico napoletano.  Ed è proprio con due brani napoletani classici che il Coro Polifonico Polimnia, unico coro campano a partecipare all’evento intrenazionale, ha incantato il pubblico prima della Badia di Sant’Agata a Catania e, nella serata finale ad Acireale presso la Basilica Cattedrale di Maria SS Annunziata.

I brani presentati dalle voci dirette dalla Maestra Torresi sono stati O’ Sole Mio e I’ te vurria vasà esibendosi a cappella e raccogliendo applausi e manifestazioni di apprezzamento per la loro abilità musicale che emerge pur essendo una formazione non professionistica. Un risultato positivo e di apprezzamento che si aggiunge ai tanti già ottenuti nel corso del tempo grazie alla volontà del coro di curare  in particolar modo la vocalità,  e perfezionarsi attraverso corsi di formazione e seminari di studio con illustri maestri.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here