Sassano, furto in banca in località Silla: bottino scarno ma danni ingenti

0
102

A distanza di poche settimane malviventi sono tornati in azione presso un istituto bancario del Vallo di Diano. Dopo il colpo presso l’istituto bancario di Atena Lucana Scalo, la stessa Banca è stata vittima di furto ma presso un’altra filiale valdianese.

All’alba di questa mattina, domenica 12 maggio, infatti, pare che malviventi sono entrati in azione a Silla di Sassano, riuscendo ad introdursi all’interno dell’edificio e portando via la cassa contasoldi, così come, peraltro, già avvenuto anche ad Atena Lucana. Un discreto bottino che si aggira intorno ai 10 mila – 15 mila euro ma che si è rivelato ancor più oneroso per gli innumerevoli danni provocati all’interno della filiale.

Scattato l’allarme, sul posto sono immediatamente giunti i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Sala Consilina che si sono attivati per chiedere l’intervento del Raggruppamento Investigazioni Scientifiche dei Carabinieri al fine di effettuare i rilievi necessari a ricostruire le modalità utilizzate dai malviventi per entrare in azione.

Sul posto anche i responsabili dell’istituto di credito a disposizione degli inquirenti per fornire ogni  utile informazione ai militari dell’arma a supporto delle indagini necessarie a risalire agli autori del furto.

Il bottino seppur non quantificato con certezza, di sicuro non supera i 15 mila euro ma, per effettuare il colpo, i malviventi hanno devastato l’intera area all’ingresso dell’istituto destinata agli sportelli.

Dopo aver rotto il vetro della porta di emergenza, utilizzando pare un palanchino, meglio noto come piede di porco, e, una volta all’interno dell’istituto, per impossessarsi della cassa cash out, hanno distrutto gran parte di arredi e suppellettili. Secondo quanto emerge pare che la banda, composta da 4 persone, sia riuscita a mettere a segno il colpo in meno di 10 minuti.

Si tratta solo dell’ennesimo caso di furto sul territorio valdianese che, purtroppo, deve fare i conti con una grave carenza di forze dell’ordine chiamate a controllare un territorio decisamente vasto.

Nella notte scorsa, non a caso, si è registrato anche un incendio a Teggiano di 3 automezzi pesanti che si ipotizza possa essere doloso. Incendio che ha richiesto dunque anche la presenza dei carabinieri. Il numero limitato di personale a disposizione del Capitano Roberto Bertini, in parte impegnato sull’incendio di Teggiano, ha consentito ai ladri di agire indisturbati presso l’istituto bancario. I vigili del fuoco impegnati a domare le fiamme, infatti, hanno impiegato diverse ore prima di poter aver ragione dell’incendio e consentire dunque l’avvio dei rilievi.

Purtroppo dunque, come più volte evidenziato, la sicurezza su un territorio così vasto, è chiaramente a rischio dato che, il numero esiguo di forze dell’ordine, non garantisce una copertura completa per un’area come il Vallo di Diano, già molto vasta a cui si aggiunge anche il territorio degli Alburni e di parte del Tanagro, tutte di competenza della compagnia carabinieri di Sala Consilina

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here