Sassano, domenica 7 luglio la “Camminata in Blu”: una giornata dedicata alla sensibilizzazione sull’autismo

0
375

Una giornata dedicata alla sensibilizzazione sull’autismo si terrà domenica 7 Luglio presso la Villa comunale Paolo Borsellino a Silla di Sassano, promossa dall’associazione Il solco – germogli di resilienza. Si tratta dell’ultima manifestazione nell’ambito della Raccolta Fondi “Si può fare” per finanziare il progetto “Bolle blu”, percorsi di acquaticità per bambini con Autismo del Vallo di Diano. La “Camminata in Blu”, sostenuta dalla Metalfer Podistica Brienza 2000 e dalla Cooperativa Bamblù, è rivolta a tutti, grandi e piccoli, che con un piccolo gesto apriranno una manifestazione ben più ampia. Sarà dunque un pomeriggio di festa e condivisione, ma soprattutto d’ inclusione. Ci saranno gonfiabili, spettacoli e laboratori.

Da tre anni l’associazione avvia ogni anno nel periodo di Natale, la raccolta fondi “Si può fare”, per finanziare piccoli progetti di grande importanza sociale. L’associazione vuole essere al fianco dei bambini e delle famiglie del territorio e sente forte il desiderio di fare la propria parte. Il progetto “Bolle blu” – fanno sapere gli organizzatori -,  permetterà a bambini autistici o con un’importante compromissione dell’area comunicativa e socio-relazionale dai 3 ai 12 anni di approcciarsi all’acqua, in un percorso di gruppo propedeutico alla TMA, con personale specializzato in un ciclo di incontri gratuito. A seguire dello stesso, per chi vorrà, si avrà la possibilità di iniziare un percorso terapeutico individuale di TMA, senza doversi spostare in altri territori.

Il progetto “Bolle blu” ha due partner importanti: la cooperativa sociale Bamblù, che da anni si occupa sul territorio di bambini e di difficoltà evolutive e la GSM Olimpya SRL SSD, piscina comunale di Buonabitacolo. L’associazione infine invita le famiglie a prendere parte con i propri bambini alla giornata del 7 luglio a Sassano, “per un momento di festa e condivisione, per tenerci per mano – dicono – e continuare a camminare insieme verso una comunità realmente inclusiva ed accogliente. Allarghiamo questo abbraccio, non lasciateci soli. Insieme “Si può fare””.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here