Sapri. Pugno duro contro l’abbandono indiscriminato di rifiuti

0
11

{vimeo}279245861{/vimeo}

Al via la task force per fermare l’abbandono indiscriminato dei rifiuti a Sapri dove l’amministrazione comunale ha dato il via ad una ricognizione del territorio con una lunga serie di interventi finalizzati a ripulire l’ambiente dai rifiuti. Nel contempo arriva anche il duro attacco del sindaco Antonio Gentile che parla di inciviltà dei cittadini e di assenza di rispetto per l’ambiente sottolineando come la questione telecamere sia marginale rispetto alla totale assenza di senso civico dei cittadini. In questi giorni gli agenti della Polizia Municipale di Sarpi hanno avviato controlli intensi e ferrei per individuare gli incivili che abbandonano sul territorio comunale i rifiuti.

“Non è un problema di telecamere o controlli ma di civiltà!- sottolinea amareggiato il primo cittadino saprese nel parlare dell’intensificazione dei controlli sui rifiuti – Partire da casa o dalla propria attività con l’intendo di abbandonare i rifiuti rischiando di essere sanzionati e denunciati non ha alcuna ratio. Abbiamo un servizio di raccolta differenziata porta a porta avanzato, isole ecologiche itineranti, raccolta di ingombranti su prenotazione, servizi dedicati per le attività e ancora esistono delinquenti che continuano a disseminare le loro schifezze in giro. Vogliamo vivere in un posto pulito.  Nessuno ha il diritto di deturpare l’ambiente e minare la salubrità dei luoghi pubblici. Le leggi ci sono – continua Gentile annunciando pugno duro – e le pene saranno esemplari. Serve la collaborazione di tutti, una dimostrazione d’amore per l’ambiente. Invito tutti a segnalare condotte sanzionabili per far si che non si riveli una battaglia contro i mulini a vento. Utilizzerò tutti gli strumenti previsti dalla legge per arginare la problematica abbandono dei rifiuti e non corretta utilizzazione del servizio di raccolta differenziata. Ho già chiesto agli uffici di predisporre tutti gli adempimenti per l’adozione del daspo urbano previsto dal decreto Minniti”.

Il sindaco di Sapri si dice anche pronto a concedere un simbolico riconoscimento a chi aiuterà in questo lavoro di tutela dell’ambiente. Intanto sono state ripulite dai rifiuti anche le grotte di Santa Croce dove è stato rilevato materiale di ogni genere abbandonato in maniera indiscriminata nel sito di grande pregio storico.

Anna Maria CAVA

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here