Sanza, sulla vetta del Monte Cervati il consueto brindisi di fine anno tra la neve

0
18

{vimeo}382007831{/vimeo}

Sta diventando ormai una tradizione che raccoglie sempre un importante valore anche affettivo verso la cima del Monte Cervati. Anche quest’anno, l’amministrazione comunale di Sanza, insieme alla Pro Loco e all’associazione escursionistica TreT ha voluto ripetere, confermandolo tra gli appuntamenti propositivi, il consueto brindisi di fine anno in uno scenario suggestivo come può regalarlo solo la vetta del Monte Cervati.

Un momento che dimostra anche il grande affetto e il grande valore che i sanzesi riservano al monte considerandolo punto di riferimento anche per l’economia e per lo sviluppo del settore turistico. Un brindisi che è anche incitamento a dare sempre di più per una valorizzazione e promozione del turismo montano. Nei giorni scorsi, dunque, dalla cima del Monte Cervati è partito il primo grande augurio per il nuovo anno affinché, nel 2020 ogni sogno si possa realizzare. Per questo appuntamento annuale, inoltre, la vetta si è fatta trovare pronta con la neve che ha imbiancato il suggestivo panorama, consentendo anche di svolgere attività sportive quali lo sci di fondo ed una ciaspolata con gli escursionisti che hanno voluto vivere l’appuntamento all’insegna dell’amore per la montagna e per la meravigliosa vetta del Cervati. Ad accompagnare gli escursionisti l’associazione TreT che ha voluto segnare con un brindisi ben augurale questo nuovo progetto che mette al centro la valorizzazione della montagna. A salutare l’imminente arrivo del nuovo anno, il vicesindaco di Sanza, Toni Lettieri e l’assessore al turismo, Angelo Marotta.

“Salutiamo – dichiara il vice sindaco Lettieri – un anno, il 2019, che è stato portatore di grandi novità per il Cervati e per la nostra comunità. Un anno di grande lavoro ma anche di grandi risultati. Abbiamo puntato sul turismo escursionistico; abbiamo promosso il territorio attraverso l’Ufficio di Promozione Turistica del Comune di Sanza; stiamo lavorando al consolidamento del sistema economico locale puntando ora alla rivalutazione del centro storico”.

Anna Maria CAVA

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here