Sanza. Ritrovata la carcassa di un cucciolo di lupo, è stato avvelenato

0
27

{vimeo}259670423{/vimeo}

La carcassa di un piccolo lupo è stata trovata ieri sul Monte Cervati nei pressi di località Colle del Pero. A rinvenirla, per caso, un giovane di Sanza. Sembra che il cucciolo sia morto dopo aver ingerito polpette avvelenate. Episodi di avvelenamento si sono già verificati in passato, vittime tanto la fauna selvatica quanto i cani da tartufo. Un fenomeno non nuovo che rimanda alla complessa questione del controllo del territorio. L’area da vigilare è vasta, 12mila ettari, e pochi, solo 3, sono gli agenti carabinieri forestali a disposizione. Sull’argomento interviene il vicesindaco di Sanza, Antonio Lettieri, che ritiene il controllo del territorio non possa “essere delegato ai Comuni privi di risorse e soprattutto di personale quindi non in grado di garantire la sicurezza e la vigilanza di un territorio così vasto come quello di Sanza. Chiediamo con forza – continua Lettieri – che l’Ente Parco si carichi finalmente di una responsabilità per troppi anni disattesa e nel mentre chiediamo alla politica, di prendere in seria considerazione la necessità che i piccoli comuni hanno di continuare ad esercitare quel ruolo di vigilanza del territorio attraverso lo sblocco del Patto di stabilità che consenta nuove assunzioni di personale. Non si può mettere sullo stesso piano piccoli comuni di qualche centinaio di ettari di estensione e Comuni come il nostro, tra i più grandi d’Italia, dove però non si può garantire neppure il controllo della viabilità urbana con appena due unità di Polizia Municipale. Infine – conclude il vicesindaco di Sanza ­– un appello ai cittadini alla collaborazione al fine di individuare quei soggetti spregevoli che continuano a disseminare nelle nostre montagne polpette avvelenate che stanno decimando la fauna selvatica”

Rosa Romano

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here