Sanza, al via i lavori per la rete fognaria. 7 milioni di euro per 15 km tra area urbana ed extra-urbana

0
79

Al via i lavori per la realizzazione di circa 15 km di rete fogniaria a Sanza. Un’opera che andrà ad interessare sia l’area urbana dove saranno realizzati lavori per circa 4,5 km che l’area extra-urbana che sarà interessata da opere estese per circa 6,5 km. A ciò si aggiungono anche interventi per le acque bianche di 4 km.

Un intervento di grandissima rilevanza per il piccolo centro ai piedi del Monte Cervati che, data proprio l’importanza, prenderà il via con una cerimonia ufficiale in programma è stato inaugurato lo scorso sabato 27 gennaio, alla presenza del Vice presidente della Regione Campania Fulvio Bonavitacola con la cerimonia di di consegna del cantiere e di posa della prima pietra. L’opera, ritenuta strategica per il comune, ha un costo complessivo di circa 7 milioni di euro e dovrà essere realizzata e completata nel giro di un anno.

Saranno realizzati ben tre mini-depuratori ed inoltre, lungo i tratti interessati dagli interventi sono previsti circa 5 km di ripristino della rete idrica e la ripavimentazione totale sia bituminosa che in cubetti. Una grande opera che come sottolineato dal sindaco Esposito “era attesa da decenni; questa è l’amministrazione del fare”, il commento del primo cittadino.

Sono 159 i Comuni italiani che ad oggi non sono dotati di reti fognarie per le acque reflue urbane e, in totale, oltre 600 i comuni dove le reti non risultano a norma. Sono questi i dati emersi da una sentenza della Corte Europea che ha condannato l’Italia per aver violato le norme comunitarie su raccolta, trattamento e scarico delle acque reflue urbane di centinaia di aree sensibili dal punto di vista ambientale. Già nel 2014 era stata aperta una procedura di infrazione contro l’Italia su questo aspetto. Il lavoro programmato a Sanza, dunque, rientra tra le iniziative finalizzate a superare le criticità in materia a cui sta lavorando la Regione Campania.

“Questo – ha dichiarato il vice presidente della Regione  Bonavitacola – è l’esempio di come in Campania lavoriamo per superare questa criticità. Sanza è la scommessa della Regione Campania; un modello assoluto che proponiamo come esempio virtuoso per tutte le opere ed i progetti che stiamo realizzando, a partire dal progetto pilota, Sanza Borgo dell’accoglienza”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here