Ospedale di Polla, sindaci a confronto: reclutare medici con P.I.; chiesto incontro con dg Asl

0
161

Quale sarà il futuro della sanità nel Vallo di Diano e fin dove la politica può spingersi per cercare di salvare il presidio ospedaliero e dove è invece necessario l’intervento di chi è parte attiva del servizio sanitario. Sono questi, in sintesi, gli argomenti su cui i sindaci si sono soffermati nella serata di ieri nel corso dell’incontro voluto dal Presidente della Comunità Montana Vallo di Diano a cui hanno partecipato anche i consiglieri regionali Corrado Matera e Michele Cammarano, oltre che il consigliere provinciale Giuseppe Ruberto.

Un incontro nel corso del quale si è fatta un’ampia analisi di quanto sta accadendo in particolare all’Ospedale di Polla che, alla carenza di personale sanitario, ormai cronica, negli ultimi tempi si è aggravata e, come se non bastasse, ora l’Ospedale è anche privo di un Direttore Sanitario dopo che il Dott. Luigi Mandia ha lasciato il suo incarico prima della scadenza dei termini previsti. Tra i sindaci ci si è dunque chiesto: come mai i medici, dopo aver ottenuto l’incarico presso il Curto, decidono di rinunciare preferendo altri nosocomi?

Ma anche: non sarebbe il caso, viste le difficoltà a garantire una efficienza del sistema e del servizio sanitario in tutti i reparti, puntare su alcune unità operative per renderle delle eccellenze e far si che il Curto diventi punto di riferimento per la Provincia per la cura e la gestione di specifiche patologie? Dall’On. Matera è stato evidenziato come, nonostante i concorsi nessun medico ha scelto di venire e restare a Polla, va quindi fatta una chiara analisi sul perché il Curto venga scartato nella scelta, sottolineando anche come, in attesa che si possa intervenire in maniera definitiva sulla questione personale, è necessario individuare soluzioni tampone capaci di aiutare a gestire l’emergenza puntando magari sui medici in pensione.

Corrado Matera ha infatti annunciato che, nella giornata di oggi 20 giugno, sarà pubblicata sul sito dell’ASL una delibera per il reclutamento di medici specialisti con Partita Iva che potranno aiutare nella copertura dei turni in ospedale fino all’arrivo dei sanitari vincitori di concorso che dovrebbe avvenire in autunno e quindi per assicurare un efficiente servizio sanitario in questo periodo estivo. La mancanza di un direttore sanitario è stato però un punto cardine della questione e che, secondo quanto riferito in conferenza dei Sindaci, potrà essere risolta in autunno con il Concorso. In attesa delle definitiva individuazione del nuovo Direttore Sanitario del Luigi Curto, è però necessario individuare una personalità forte e capace di traghettare l’ospedale fino all’arrivo del nuovo direttore. Dal Sindaco di Sanza è però arrivata una precisazione ricordando come, la politica, nonostante l’impegno profuso per risolvere le problematiche, non possano intervenire nelle criticità esistenti all’interno del presidio e tra gli operatori che dovranno necessariamente essere risolte dagli addetti ai lavori facendo riferimento non velato a strane situazioni che sarebbero state denunciate.

In ogni caso i Sindaci, già lo scorso 16 giugno hanno inviato una lettera al direttore generale Sosto per chiedere il reclutamento di medici in pensione o specialisti già inseriti nelle graduatorie concorsuali chiedendo anche di programmare un incontro per discutere insieme della criticità dell’Ospedale.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here