San Rufo, domani e domenica l’evento “Sporting Cup”, sport ed inclusione, con partner la Banca Monte Pruno

0
617

Promuove l’inclusione e la valorizzazione delle diversità attraverso lo sport. E’ questo l’obiettivo dell’evento “Sporting Cup” che vede come partner la Banca Monte Pruno e che si terrà  domani e domenica 3 marzo, presso il Centro Sportivo Meridionale di San Rufo. Il torneo organizzato con “Piccoli Amici” e “Primi Calci” sarà dedicato al rapporto tra sport ed inclusione sociale, con particolare attenzione al ruolo che il calcio e il futsal possono avere nel favorire l’integrazione di persone con disabilità e diversa provenienza.

Grazie alla collaborazione con la Banca Monte Pruno sarà possibile mettere in evidenza i numerosi benefici che lo sport può apportare nella promozione di valori come il fair play, la solidarietà e l’uguaglianza. Sporting Cup sarà anche un’importante occasione per sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza di promuovere uno sport accessibile a tutti, capace di superare le barriere e di unire le persone attraverso la passione per il gioco e la condivisione di valori universali. Un evento importante che è stato presentato nel corso di una conferenza stampa svoltasi presso la Sala Cultura della BCC Monte Pruno a Sant’Arsenio.

Diversi gli interventi registrati, moderati dal giornalista Pierluigi Paciello: sono intervenuti il Presidente dello Sporting Sala Consilina Antonio Detta, il Direttore Generale della Bcc Monte Pruno Michele Albanese, il sindaco di Polla, nonché Presidente della Fondazione Sport e Territorio Massimo Loviso, il sindaco di Roscigno Pino Palmieri. Sono poi intervenuti il Responsabile della Cooperativa Terzio Millennium Antonello Calandriello, Salvatore Camporeale, Responsabile del Settore Giovanile dello Sporting Sala Consilina e il consigliere regionale Pellegrino. Tutti i relatori, con i loro interventi, hanno condiviso le proprie esperienze e progetti in questo ambito, dimostrando che lo sport può essere un potente strumento di inclusione e coesione sociale.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here