San Pietro al Tanagro. Pubblicato vademecum cura, custodia e condotta degli animali domestici.

0
22

{vimeo}453593026{/vimeo}

A San Pietro al Tanagro multe per chi non rispetta gli animali domestici.

É stato pubblicato dal Comune un vademecum per la loro cura, custodia e condotta. Un avviso fissa in 7 punti i diritti degli animali e gli obblighi degli umani. 

I proprietari – si legge – sono tenuti a:  assicurare la custodia dei loro animali e adottare tutte le misure idonee ed adeguate per evitarne l’allontanamento o la fuga e a prevenire situazioni di pericolo; non lasciarli liberi se non all’interno di aree recintate in modo da impedire loro di raggiungere la strada; assicurare loro sufficienti cibo e acqua, cure sanitarie e trattamenti antiparassitari, idoneo esercizio fisico, spazi puliti; munirsi di materiale per la pulizia e la raccolta delle deiezioni, materiale da esibire su richiesta degli organi di vigilanza; provvedere all’immediata rimozione della deiezione utilizzando idoneo contenitore da depositare nei cestini portarifiuti; munirsi di museruola in luogo pubblico o aperto al pubblico da usare in caso di rischio per l’incolumità altrui; assicurare una sufficiente ventilazione nel caso di trasporto e/o permanenza dell’animale in autoveicolo.

Ai trasgressori sarà applicata una sanzione pecuniaria amministrativa da € 25,00 a € 500,00 (ai sensi dell’art. 7 bis D.lgs. 267/2000).

Sono una serie di principi generali di buon comportamento per la salvaguardia degli animali contrastando ogni tipo di maltrattamento e per favorire e definire una corretta convivenza con la specie umana. A controllarne il rispetto ci sono gli organi di Polizia preposti alla vigilanza hanno facoltà di chiedere al proprietario l’esibizione dell’attrezzatura per l’accompagnamento in luogo pubblico del cane (paletta/sacchettino ecc.) e di verificare la regolare iscrizione dell’animale presso l’anagrafe degli animali domestici.

Rosa ROMANO

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here