San Giovanni a Piro, Mauro Marcenaro e Lorenzo Peluso vincono il 9°Contest fotografico dedicato a Dorotea Di Sia

0
167

Mauro Marcenaro per il premio residenza e il giornalista valdianese Lorenzo Peluso per quello fotografico, sono stati i vincitori del 9° Contest Fotografico dedicato a Maria Dorotea Di Sia, la giovane originaria di Policastro deceduta in un incidente stradale in Puglia il 13 maggio del 2014. Marcenaro si è aggiudicato un breve soggiorno per due persone nei primi giorni di agosto, per vivere e conoscere la memoria di Casa Stella ed il blu del Cilento, mentre Peluso ha ricevuto uno scatto della fotografa documentarista Silvia Amodio.

Il Contest dal tema “La strada che porta a te, perdersi e ritrovarsi in un ricordo” si è svolto nell’ambito del Dorothy Dream, evento di cultura, spettacolo, evasione e ricordi ma anche di dibattito sulla sicurezza stradale, organizzato dalla famiglia e dagli amici di Maria Dorotea Di Sia a San Giovanni a Piro. Ad aprire la manifestazione, ieri, sono state Valentina Pepe e le “farfalle della regina rossa”, dirette dalla maestra Ilaria Di Mauro. Poi si è svolto il convegno “La bellezza del creato, il valore della vita” , a cui ha fatto seguito la performance musicale del maestro percussionista dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia Andrea Santarsiere.

Dopo la liberazione dei palloncini biodegradabili in aria per salutare Dorotea, c’è stata la premiazione dei vincitori del Contest da parte del direttore artistico, lo scultore e ricercatore artistico Carmine Sabbatella. A chiudere la serata  un salto musicale negli anni ’80 e ’90, con il duo Emanuele Montesano e Joseph Bruno.

“Sono felice – ha commentato il giornalista Lorenzo Peluso -. Amo la scrittura ma anche la fotografia. E’ stata una serata speciale. Vincere questo Premio con la foto cha ha dato il via al mio nuovo libro, che sarà pronto tra qualche settimana, è un’emozione incredibile.  Strade, sentieri. Quante vie da percorrere per arrivare alla meta. Tanto più arduo è il viaggio quanto più è insidiosa la via. Tanto più difficile il percorso se la via che cerchiamo e che poi percorriamo è arrivare solo ad un ricordo”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here