Salute, Sala Consilina partecipa al progetto Cuore

0
152

Anche il comune di Sala Consilina partecipa al progetto Cuore che prevede visite gratuite a cittadini scelti casualmente, al fine di monitorare il proprio stato di salute. si tratta di una indagine, coordinata dall’Istituto Superiore di Santità e promossa dal Ministero della Salute, che da anni sono impegnati nella sorveglianza, prevenzione e contrasto delle malattie non trasmissibili e nella ricerca delle cause che le determinano, anche attraverso indagini volte a descrivere lo stato di salute della popolazione adulta in Italia.

Nel 2023 è stata dunque avviata una nuova indagine che si propone di valutare la distribuzione di dei fattori di rischio delle malattie non trasmissibili e la prevalenza di alcune condizioni a rischio (come ipertensione arteriosa, obesità, ipercolesterolemia, diabete, ecc.), favorendo l’individuazione degli ambiti in cui è necessario realizzare strategie di prevenzione, diagnosi e assistenza. L’indagine in Campania, oltre al comune di Teggiano, coinvolge anche il Comune di Sala Consilina, prescelto per partecipare grazie alla collaborazione dell’Asl Salerno Dipartimento di Prevenzione Servizio Epidemiologia, Responsabile Dr.ssa Anna Luisa Caiazzo.

Dunque, uomini e donne di età compresa fra i 35 e i 74 anni, selezionati casualmente tra i residenti di Sala Consilina, riceveranno l’invito a partecipare con una lettera postale e coloro che aderiranno verranno sottoposti, gratuitamente, ad esami (misurazione pressione, peso, altezza, prelievo di sangue, analisi delle urine) e alla raccolta di informazioni sugli stili di vita, attraverso questionari, presso l’Unità Operativa Prevenzione Collettiva, Responsabile Dr.ssa Rosa D’Alvano, nell’ex Ospedale di Sant’Arsenio.

“L’iniziativa – ha dichiarato il sindaco di Sala Consilina,  Francesco Cavallone – riveste un ruolo di grande importanza ai fini della prevenzione e della ricerca in ambiti, quali quelli delle malattie non trasmissibili, che presentano una importante incidenza sul sistema sanitario nazionale e in termini di salute pubblica”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here