Sala Consilina. Celebrazione del Corpus Domini nel centro storico

0
205

A Sala Consilina come in gran parte del Vallo di Diano ed in tutta Italia, il 2 giugno di quest’anno 2024, non è stata solo la festa dedicata alla Repubblica Italina nel corso del quale, in particolar modo nella mattinata, viene celebrata la giornata in cui gli italiani furono chiamati al voto referendario per scegliere tra monarchia e Repubblica.

Quest’anno, il 2 giugno, è stata anche giornata di celebrazione del Corpus Domini o Santissimo Sacramento, l’ultima delle feste mobili religiose che si celebrano in collegamento con la Santa Pasqua. Si tratta di celebrazioni che, in tempi antichi avvenivano sempre di giovedì ma, dal 1977 la Chiesa le ha spostate al giorno della domenica al fine di consentire a tutti di poter partecipare ai sacri riti. A precedere la festa del Corpus Domini sono: l’ascensione di Gesù al cielo che si celebra la 6^ domenica e dunque 42 giorni dopo la Pasqua; la Pentecoste quando la Chiesa celebra l’effusione dello Spirito Santo che si celebra la 7^ domenica dopo Pasqua, dunque, al domenica successiva la SS Trinità ossia il riunire le tre persone in un unico Dio, ossia il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo. E, a chiudere le celebrazioni religiose legate al giorno della Santa Pasqua, il Corpus Domini, ossia il Santissimo Sacramento che riconosce, nell’osta sacra, la presenza di Dio.

Una celebrazione molto sentita e che vede, in tutte le parrocchie, la realizzazione di una processione nel rispetto dei riti sacri. Anche a Sala Consilina, l’intera cittadina, si è riunita in una sola celebrazione che si è svolta tra i vicoli suggestivi del Centro storico salese. Un’antichissima tradizione che, nel tempo, si è sempre più rafforzata e che, negli anni passati pre covid, vedeva le strade, in particolare verso la Piazza, colorate di un lungo tappeto di fiori e petali per accogliere il passaggio rituale del Santissimo Sacramento. Rito che si è ripetuto anche nella serata di ieri con una partecipazione ricchissima e intensa di persone. Una celebrazione che ha raccolto tutte le parrocchie salesi e che, pertanto, ha vistola presenza di tutti i parroci delle parrocchie salesi che, a turno, hanno portato il Santissimo Sacramento in processione sotto il Baldacchino processionale quale simbolo di dignità e onore riconosciuto al Corpus Domini.

Lungo il percorso, in diverse occasioni, i parroci hanno proceduto con la benedizione attraverso proprio il Corpo di Cristo, in particolare all’ingresso delle Chiese delle principali parrocchie attraversate. Giunti in Piazza Umberto I il momento più solenne quando il Parroco della Chiesa della SS Annnunziata Don Paolo Longo, saluto sul balcone dell’ex municipio insieme al sindaco Cavallone, ha impartito la benedizione a tutto il popolo salese, prima di riprendere il cammino verso la Chiesa di Sant’Anna dove si è svolta la Benedizione Eucaristica.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here