Sala Consilina: 28 positivi. Cavallone, massima prudenza

0
20

{vimeo}475004474{/vimeo}

Diretta facebook ieri sera del sindaco di Sala Consilina, Francesco Cavallone, dopo l’aumento dei contagi nel territorio comunale, passati in due giorni da 7 a 28. Il primo cittadino ha voluto fare il punto della situazione e invitare ancora una volta al rispetto delle norme.

“Purtroppo – ha spiegato – a Sala Consilina in un paio di giorni c’è stato un picco notevole dei contagi da 7 a 28, ma probabilmente nelle prossime ore ne verranno segnalati altri. Si tratta di contagi che si sono sviluppati nelle singole famiglie e il virus è abbastanza circostanziato. Ma questo non ci deve far cullare. Bisogna mantenere alta la guardia, perché con l’arrivo dell’influenza la situazione potrebbe peggiorare”.  Il sindaco ha quindi invitato ad utilizzare sempre le mascherine, a mantenere il distanziamento interpersonale, rivolgendosi in maniera particolare ai giovani che spesso stazionano nei pressi dei bar. Una raccomandazione anche per la partecipazione ad eventuali funerali ad evitare assembramenti sia all’interno che all’sterno delle chiese.

Dopo aver rivolto un pensiero a Caterina Tuozzo, l’86enne positiva scomparsa all’ospedale di Polla nei giorni scorsi, il sindaco ha parlato di possibili restrizioni per limitare i contagi da valutare all’esito del DPCM delle prossime ore. “Cercheremo di non fare grosse restrizioni – ha detto –, bisogna capire qual’è la situazione generalizzata e al momento da noi è gestibile. Per evitare però che diventi incontrollabile bisognerà, all’esito di quello che deciderà il presidente del Consiglio, attuate qualche misura specifica ad hoc. La raccomandazione è di osservare le misure minime anticontagio”.

Infine il primo cittadino ha invitato a segnalare eventuali contatti sospetti e a mettersi in auto quarantena, anche perché “ci sono tantissime persone asintomatiche – ha detto – , e non sappiamo che carica virologica hanno. Bisogna usare la massima cautela – ha concluso – per uscirne il prima possibile”.

Antonella D’ALTO

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here