Sala C., School bonus. Approvato schema di convenzione completamento e potenziamento scuola Fonti

0
19

{vimeo}285968335{/vimeo}

È stato approvato lo schema di convenzione tra il comune di Sala Consilina e l’istituto comprensivo Sala Consilina Viscigliete per l’acquisizione di contributi agevolati dal credito di imposta School Bonus finalizzati al completamento e potenziamento del nuovo complesso scolastico di Fonti. Nella delibera di giunta comunale si legge che l’ente salese ha deciso di accorpare la scuola dell’infanzia di Trinità e la scuola primaria Fonti, cosa economicamente vantaggiosa perché solleva il Comune dal pagamento del fitto.

D’altronde l’istituto comprensivo Sala Consilina – Viscigliete ha condiviso e promosso il percorso intrapreso dal Comune ritenendo essenziali la sicurezza e l’adeguatezza degli edifici scolastici essenziali per lo svolgimento di un servizio fondamentale. Con School Bonus sarà perciò completato e potenziato il nuovo complesso scolastico Fonti compresa la dotazione di arredi e strumenti didattici innovativi e multifunzionali.

“Una scuola sempre più all’avanguardia che renda duttili i suoi ambienti – si legge ancora nel documento di giunta comunale – perchè vi siano spazi sempre abitabili dalla comunità scolastica per le attività didattiche e per la fruizione dei servizi per usi anche di tipo informale”. Si prende cioè atto di quanto disposto dalla legge del 13 luglio 2015 n°107 “Riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione e delega del riordino delle disposizioni legislative vigenti” e si richiama il Decreto dell’8 aprile 2016 del Ministro dell’Istruzione Università e Ricerca e dato atto che il credito d’imposta School Bonus spetta a chi effettua erogazioni in denaro in favore degli istituti del sistema nazionale di istruzione, cioè istituzioni scolastiche statali, istituzioni scolastiche paritarie private e degli enti locali.

Il credito d’imposta è riconosciuto a condizione che le somme siano versate in un apposito capitolo dell’entrata del bilancio dello Stato secondo le modalità definite con decreto del Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze.

Antonella CITRO

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here