Sala C. Il sindaco Cavallone ottimista su carcere, sempre impegnato su ex Tribunale

0
9

{vimeo}294332856{/vimeo}

Ci sarà un nuovo incontro tra il Comune di Sala Consilina e il Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria (DAP), si terrà a Roma presso il Ministero della Giustizia il prossimo 16 ottobre. Avrà all’ordine del giorno l’ipotesi di ampliamento del carcere salese. Durante l’atto conclusivo della Conferenza dei Servizi dello scorso settembre era stata presentata una perizia tecnica sulla realizzazione di lavori di ampliamento della struttura per ospitare fino a 51 detenuti, lavori totalmente a carico del Comune.  Arriva ora la convocazione. “Effettivamente qualcosa sembra essere davvero cambiato – conferma il sindaco Francesco Cavallone – il fatto di essere stati richiamati ci fa ben sperare. Ci auguriamo che la situazione possa evolvere in modo positivo. Continuiamo a monitorarla attentamente, anche grazie al Senatore Franco Castiello del M5S”.

L’impegno per il carcere fa il paio con quello per l’ex Tribunale locale su cui aggiunge Cavallone “Stiamo lavorando per ottenere la rimodulazione di determinati criteri affinché almeno alcuni Tribunali possano essere riaperti”. Sul ritorno dell’ex presidio di giustizia salese però da parte di qualcuno continuano a esserci perplessità per via della presenza di altri uffici nell’edificio che lo ospitava (Uffici del Giudice di Pace, la Camera di Conciliazione, il Distretto Sanitario, il Segretariato Sociale ed il Genio Civile, di qui a poco anche il Centro per l’Impiego). “Nulla – ribadisce con forza il primo cittadino salese – impedisce il ritorno del tribunale men che meno la presenza degli uffici in questione, lo dimostrano atti, delibere e contratti”.

Rosa ROMANO

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here