Rivoluzionate le regole anti covid, Draghi: “Vogliamo un’Italia sempre più aperta”

0
105

Approvato dal Consiglio dei ministri il decreto con le nuove norme anticovid, riguardano la scuola, lo stop alle restrizioni per i vaccinati in zona rossa e la durata del green pass

“Vogliamo un’Italia sempre più aperta” sintetizza il premier Mario Draghi annunciando l’intenzione di mettere mano a un vero e proprio calendario per il superamento progressivo dei divieti che per due anni hanno condizionato la vita degli italiani. “Nelle prossime settimane andremo avanti su questo percorso di riapertura – assicura – anche grazie ai dati molto incoraggianti sulle vaccinazioni”.

Il Governo ha rivoluzionato le regole anticovid con l’obiettivo di garantire ancora maggiore libertà a chi ha seguito le indicazioni e si è vaccinato, semplificare le regole, ridurre le restrizioni e riaprire l’Italia nelle prossime settimane.

Nel dettaglio, non sono più previste restrizioni per i vaccinati, anche in zona rossa; il green pass ha durata illimitata per chi ha completato il ciclo vaccinale ma anche per chi ha fatto solo due dosi di vaccino ed è guarito dal Covid; la quarantena a scuola è da 10 a 5 giorni e solo per i non vaccinati, la didattica a distanza scatta invece da cinque casi in su per nidi, materne ed elementari; i turisti infine potranno accedere ad alberghi e ristoranti anche se hanno solo il pass base (finora gli stranieri potevano entrare in Italia con il pass base ma non alloggiare in hotel o mangiare al ristorante o accedere a tutte quelle attività per le quali è previsto il pass rafforzato che all’estero non esiste).

Il decreto con le nuove norme entrerà in vigore nelle prossime ore, in modo che sia operativo per lunedì 7 febbraio.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here