Regione Campania, stop ai progetti infrastrutturali da presentare. A breve la costituzione della banca dati

0
15

{vimeo}259319229{/vimeo}

Scaduti oggi i termini per la partecipazione alla costituzione di una banca dati regionale in cui sono inseriti tutti i progetti necessari ad uno sviluppo e miglioramento infrastrutturale della regione Campania.

Lo scorso 9 gennaio la pubblicazione sul sito regionale nella sezione bandi e gare della nuova piattaforma I.TER per raccogliere le proposte progettuali dei comuni esecutive e cantierabili per lavori infrastrutturali da realizzare sui territori comunali relativi a: messa in sicurezza sismica di edifici pubblici tra i quali anche edifici scolastici sedi universitarie oltre che naturalmente strutture sanitari; restauro riqualificazione e rifunzionalizzazione di beni pubblici, comunali e archeologici e storico artistici; risparmio ed efficientamento energetico degli edifici pubblici e dell’edilizia abitativa pubblica; completamento e rifunzionalizzazione delle reti fognarie di collettamento e degli impianti di depurazione; risparmio idrico e per la prevenzione dei rischi da dissesto idrogeologico oltre che per la messa in sicurezza delle aree interessate dai fenomeni di dissesto.

La piattaforma avrà quindi il ruolo ricognitivo che permetterà di avere una più ampia visione delle reali esigenze del territorio campano. Dalla Regione, quindi, si punta ad avere un’idea chiara e il più possibile definitiva della reali situazione infrastrutturale del territorio. Un elemento valutativo ulteriore che, essendo soggetta a continui aggiornamenti, rende più agevole il percorso decisionale relativo alla realizzazione dei lavori e alla previsione di appositi bandi, con una facilitazione ed un velocizzazione dell’attività amministrativa regionale.

Oggi 9 marzo alle 13,00 la scadenza dei termini per la pubblicazione dei progetti compatibili alle norme regolatrici degli appalti pubblici con numerosi enti, anche del Vallo di Diano e degli Alburni che hanno partecipato al bando per inserire le loro idee progettuali nella Banca Dati, puntando così all’ottenimento futuro di fondi per la realizzazione dei lavoro finalizzati all’ammodernamento ed efficientamento delle infrastrutture presenti sul territorio

 

Anna Maria Cava 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here