“Non buttatemi in mezzo a una strada”, appello di una giovane imprenditrice all’amministrazione di Sala Consilina

0
10

{vimeo}89401432{/vimeo}
Un appello all’amministrazione comunale di Sala Consilina arriva da una giovane imprenditrice titolare di un’attività di vendita di mobili in via Fonti a Trinità di Sala Consilina. A causa di un accertato abuso edilizio, alla signora Maria Vespoli è arrivata la notifica da parte dell’ufficio tecnico del comune che impone entro 10 giorni di chiudere il negozio e di trasferire l’attività. Una imposizione che la signora considera impossibile da attuare e che significherebbe la bancarotta per lei e per la sua famiglia. Di qui l’appello a trovare una soluzione che consenta di sanare l’abuso edilizio ma allo stesso tempo di non dovere essere costretta a chiudere l’attività con le conseguenti drammatiche conseguenze.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here