“As-salamu ‘alaykum”, 27 aprile Lorenzo Peluso racconta la sua esperienza agli studenti di Siano

0
9

{vimeo}265733492{/vimeo}

Continua il tour del giornalista Lorenzo Peluso impegnato nella presentazione del suo libro “As-salamu ‘alaykum”, un volume che raccoglie foto e racconti di chi vive e combatte nei paesi martoriati dalle guerre e dove i nostri militari sono impegnati nelle missioni di pace e per restituire dignità e speranza a quelle popolazioni. Gli scritti di Peluso faranno da cornice ad una lezione speciale rivolta agli alunni dell’Istituto comprensivo di Siano che venerdì 27 aprile a partire dalle ore 10,00 saranno protagonisti dell’incontro in programma nell’auditorium delle scuole secondarie.

La presentazione del libro inevitabilmente impone anche attente riflessioni e analisi affinché si possa essere consapevoli delle drammatiche situazioni in cui altre popolazioni sono costrette a vivere per fini egoistici e di potere. Lorenzo Peluso, nel suo libro, descrive le sue esperienze come giornalista embedded a fianco dei militari italiani impegnati nelle missioni di pace in Afghanistan, Kosovo e Libano.

Il convegno di presentazione del libro moderato dalla professoressa Paola De Luca si aprirà con i saluti del Dirigente scolastico Prof. Rosario Pesce e del Sindaco di Siano dr. Giorgio Marchese. A seguire interverranno Don Claudio Mancusi Cappellano militare il Colonnello Andrea Mazzotta – Comandante del 19° Reggimento “Cavalleggeri Guide”, l’On. Maria Ricchiuti – Consigliere Regione Campania, l’On. Tommaso Amabile – Consigliere Regione Campania e l’On. Federico Conte – Parlamentare. Le conclusioni saranno affidate a Lorenzo Peluso, autore del libro che racconterà agli studenti di Siano la sua esperienza nei teatri operativi dell’Afghanistan, del Kosovo e del Libano, e ripercorsa nel libro  “As-salāmu ‘alaykum” nato dalla necessità di mettere nero su bianco volti, pensieri, emozioni.

Un diario fatto di incontri e racconti, persone, ma soprattutto storie. Cronaca, fotografia e ricordi personali di un inviato che ha raccolto le voci e gli sguardi, soprattutto, quelli di tanti bambini, speranza di un futuro migliore. Un libro intenso, una testimonianza che mette in luce quanto le truppe italiane facciano per garantire uno stato di pace duraturo, un alternarsi emozionante di parole e immagini: quelle di persone locali, ma soprattutto di militari, uomini e donne che, lontano dai loro affetti, credono in un mondo diverso, un mondo possibile.

Anna Maria Cava

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here