Prevenzione del rischio sismico. Fondi dalla Regione a diversi Comuni

0
31

{vimeo}248563567{/vimeo}

La Regione Campania conferma il finanziamento concesso per lo studio di microzonazione sismica a diversi Comuni che, in forma singola o associata, avevano chiesto contributi per effettuare indagini finalizzate alla prevenzione del rischio sismico. Poco meno di 200mila euro arrivano nel nostro comprensorio. A beneficiarne: Caggiano (saldo di 6.750euro su un finanziamento di 13.500euro); Pertosa (saldo di 4.875euro su 9.750euro di finanziamento); Padula, capofila di un progetto che vede coinvolti Buonabitacolo, Montesano sulla Marcellana e Sala Consilina (finanziamento di 61.600euro); poi Polla (16.500euro); Monte San Giacomo, capofila di Teggiano e San Rufo (33.600euro); Casalbuono (9.100euro); Sanza (12.600euro); Auletta (9.750euro); e Sassano (13.500). Con tali risorse si potranno avviare studi di microzonazione sismica accompagnati con eventuali analisi della condizione limite per l’emergenza, si andrà a valutare la pericolosità sismica locale. Stando a quanto affermano gli esperti, in presenza di un terremoto i crolli sono legati sì alla qualità delle costruzioni ma un ruolo importante è giocato dai c.d. “effetti di sito” ovvero effetti geologici condizionati dalla morfologia locale. Conoscere tali effetti è fondamentale per poter mitigare l’azione sismica. Da qui l’importanza della microzonazione, altro non è che un’indagine per individuare le zone stabili, le zone stabili suscettibili di amplificazione sismica locale e le zone soggette a instabilità.Uno strumento utile per realizzare interventi sul territorio quindi progettare e pianificare in modo adeguato.

Rosa Romano

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here