Presidi-reggenti in 38 scuole salernitane, la maggioranza tra Cilento e Vallo di Diano

0
172

Ieri l’Ufficio scolastico regionale ha proceduto all’assegnazione dei presidi-reggenti. Il maggior numero si registra in provincia di Salerno: sono ben 38 e la concentrazione più alta è nel Cilento e nel Vallo di Diano. Crollo demografico e scomparsa di classi, le cause principali. E anche per il prossimo anno scolastico, tra conferme e novità, molti Istituti saranno guidati da un reggente che si ritroverà a gestire più comunità scolastiche con tutto ciò che comporta. Nel Salernitano sono 2.488 gli alunni in meno nei vari ordini di scuola rispetto all’anno scorso – secondo i dati riportati da IlMattino – All’Ufficio Scolastico regionale della Campania sono arrivate 280 domande, in alcuni casi le sedi hanno ricevuto più di una domanda ma 10 non ne hanno ricevuta neanche 1 e quindi il direttore Ettore Acerra ha provveduto ad assegnarle d’ufficio.

Si tratta ben sette assegnazioni ad altrettante scuole in provincia di Salerno, tra queste Antonella Vairo all’omnicomprensivo di Padula e non lascia il Cicerone di Sala Consilina; due reggenti a Sant’Arsenio, che andranno a sostituire, Rosaria Murano: Rosangela Lardo è stata assegnata al comprensivo mentre Carmela Taglianetti al Sacco. Inoltre, per quel che riguarda il Vallo di Diano, ci sono alcune conferme: guiderà in reggenza il comprensivo di Polla Sabrina Rega; Giovanna Pagano reggerà il comprensivo di Sala Consilina-Viscigliete, Maria D’Alessio resta a Teggiano, Rosalba De Ponte al Camera a Sala Consilina, Antonietta Cantillo guiderà ancora il comprensivo di Buonabitacolo mentre Pietro Mandia resta reggente al comprensivo di Caggiano ma lascia l’omnicomprensivo di Padula.

Sul gran numero di reggenze in tutta la Campania non sono mancate le polemiche, in particolare sulle 70 scuole normodimensionate. “Intanto – commenta il direttore Ettore Acerra dalle pagine de IlMattino – si è garantito il servizio in molte scuole campane, 38 nel salernitano, così da consentire un sereno avvio dell’anno scolastico”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here