Potenza, Banca Monte Pruno e Legambiente Basilicata insieme per sicurezza e energia sostenibile

0
12

{vimeo}270342570{/vimeo}

Sicurezza ed energia sostenibile saranno domani tema di discussione a Potenza in un confronto organizzato dalla Banca Monte Pruno e da Legambiente Basilicata. Le novità in materia energetica e la necessità di realizzare opere e infrastrutture che siano sicure ed allo stesso green necessita di adeguata informazione al fine di incentivare verso il ricorso all’energia pulita e attenzione sulla sicurezza degli edifici. La Banca Monte Pruno, nel rispetto delle regole statutarie, si mette al servizio del territorio per favorire un’adeguata informazione.

Domani, 18 maggio, presso Scambilogico della Stazione Superiore Piazzale Istria a Potenza, alle ore 17,30, nel corso dell’incontro “+ Energia Pulita +Sicurezza” l’istituto di credito diretto da Michele Albanese e Legambiente Basilicata sigleranno una convenzione per favorire e promuovere educazione e sostenibilità ambientale. La Convenzione punta ad individuare iniziative di promozione delle energie rinnovabili e sviluppo sostenibile proponendo soluzioni in ambito bioedile, risparmio idrico e tutto ciò che può  garantire sicurezza degli edifici e contemporaneamente tutela dell’ambiente e risparmio energetico.

Il convegno moderato dalla giornalista Annamaria Sodano, offrirà quindi importanti spunti. Ad aprire i lavori il presidente di Legambiente Basilicata Antonio Lanorte e del direttore generale della Banca Monte Pruno Michele Albanese. A seguire sono previsti gli interventi di Marco De Biasi, della segreteria nazionale di Legambiente, Antonio Pandolfo Vice direttore Area Mercato della Banca Monte Pruno a cui è affidata la presentazione della convenzione stipulata tra Banca Monte Pruno e Legambiente Basilicata e, infine l’assessore regionale all’Ambiente Francesco Pietrantuono.

“La Regione Basilicata, spiega il presidente di Legambiente Lanorte – può liberarsi dalle fonti fossili per l’approvvigionamento energetico ma la strada verso le fonti rinnovabili è ancora lunga e strumenti come la convenzione con la Banca Monte Pruno rappresentano forme di collaborazione necessarie per un futuro efficiente e sostenibile. “ L’accordo con Legambiente – spiega il Direttore Generale della Banca Monte Pruno Michele Albanese – punta a promuovere la realizzazione di sistemi e tecnologie attinenti alle energie rinnovabili ed alla difesa e tutela del territorio mediante specifici interventi finanziari. Si potrà così – continua – anche alimentare l’economia locale oltre che sensibilizzare verso una cultura connessa agli interventi green e di prevenzione di effetti sismici sugli immobili”.

Anna Maria Cava

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here