Polla. Sabato scorso la VI edizione di “Corti a Sud – Polla in Corto”

0
12

{vimeo}296384978{/vimeo}

Uno spazio di visibilità dedicato ai cortometraggi realizzati in ambito scolastico. È questo “Corti a Sud”, il festival ideato ed organizzato dal consorzio “Polla in Corto”.  La sesta edizione si è tenuta sabato scorso a Polla presso il Centro Sociale Don Bosco. Sono arrivati circa 50 cortometraggi provenienti da tutta la Campania, cinque i finalisti a contendersi il premio di “migliore corto” andato a “Rewind” dell’I.C. di San Gregorio Magno. In finale c’erano anche: “Follower” dell’I. C. di San Cipriano Picentino; “Timeless” dell’IPSAR di Capaccio Paestum; “Invisible” dell’I.C. di Mercato San Severino; ultimo video fuori concorso “L’uguaglianza è nei nostri cuori” dell’I.C. di Teggiano. Nella sezione scuole elementari “Il Bullismo: una piccola parola, un grande dolore” dell’I.C. di Polla

Un intero pomeriggio di proiezioni, testimonianze e confronti su tematiche dal forte impatto sociale come la violenza che è stata affrontata nelle sue più svariate forme, quelle con cui gli adolescenti di oggi devono confrontarsi. Registi e attori in erba, e le stesse istituzioni scolastiche coinvolte, hanno potuto misurarsi sabato con la professionalità del regista Filippo Marmo, presidente di giuria, che, fedele al ruolo assegnatogli, è stato molto prodigo di consigli e altrettanto severo nel giudizio.

Al fianco degli organizzatori, quest’anno, anche l’Associazione Monte Pruno Giovani, presieduta da Antonio Mastrandrea, che ha voluto sostenere il progetto assegnando alla scuola vincitrice un buono per acquistare materiale scolastico.

 

Le interviste al patron del Festival, Gianluca De Lauso, al regista Filippo Marmo e al presidente Antonio Mastrandrea

 

Rosa ROMANO

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here