Polla, ancora CIG per i dipendenti della Ergon S.P.A.. Questa mattina nuovo sit-in di protesta

0
15

{vimeo}104929356{/vimeo}

 

Tornano le proteste alla Ergon S.P.A. da parte dei dipendenti. A scatenare nuovamente l’ira dei lavoratori è la comunicazione giunta in queste ore da parte della Ergon in merito ad un nuovo annuncio di avvio procedura di Cassa Integrazione a far data da oggi 1 settembre.  I lavoratori tengono a precisare che le reazioni sono state scatenante prevalentemente per due ragioni. Innanzitutto i dipendenti sottolineano che la procedura di cassa integrazione é già stata avviata nei primi mesi del 2014, senza però che gli stessi abbiano mai percepito retribuzione. Inoltre nella prima occasione, la procedura di CIG era stata decisa in accordo con i sindacati, cosa che sembra, questa volta non sia avvenuta. Ai dipendenti, infatti, già nei giorni scorsi la CGIL Funzione Pubblica aveva inviato una comunicazione in cui, nell’annunciare l’attivazione della procedura da parte della Ergon, sottolineava anche tale atto era stato deciso senza alcun accordo stipulato con le sigle sindacali. La comunicazione della CGIL conclude con nota polemica, in cui diffida “la Soviet Ergon” dalla CGIL definita di revocare le comunicazioni inviate ai lavoratori e riprendere il confronto sindacale in merito alle problematiche aziendali. Dal canto suo il Dott Pasquale Capozzoli ha sottolineato che le difficoltà e ha chiesto l’intervento urgente delle istituzione affinché si interessino dell’emergenza. Inoltre le difficoltà sembrano di tali proporzione che, qualora enti e istituzioni continuano a disinteressarsi della problematica, entro la fine dell’anno saranno costretti a licenziare

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here