Polla aderisce all’invito per digitalizzare il catasto onciario

0
149

Al via a Polla la digitalizzazione del Catasto Onciario: un importante documento per ricostruire la storia sociale ed economica del Comune. L’Ente ha aderito all’invito del Ministero della Cultura a partecipare al progetto di digitalizzazione e pubblicazione dei documenti in modo tale che tutti i cittadini possano trovare tracce dei loro antenati.

Il Catasto Onciario del Regno di Napoli relativo al Comune di Polla si trova presso l’Archivio Storico di Napoli. Realizzato nella seconda metà del ‘700, nella prima età Borbonica, rappresenta – si legge nella delibera di Giunta dello scorso 9 febbraio – una tra le più ricche e complete testimonianze documentarie per ricostruire la storia sociale ed economica del Comune. Un archivio fra i più richiesti e ricercati dagli studiosi di storia locale ma anche dalle generazioni di emigranti oggi spesso particolarmente coinvolti nella ricerca delle proprie radici”.

L’Onciario è un catasto di tipo descrittivo e quindi risulta una nitida istantanea di ogni singola Università (Comune) del Regno di Napoli a metà ‘700. Vi sono registrati il nome, l’età, il mestiere o la professione, lo stato civile di ogni singolo abitante all’interno del “fuoco” (nucleo familiare) di appartenenza, se ne riportava la situazione patrimoniale, descrivendo accuratamente le abitazioni, i terreni coltivati o dati in fitto e la loro esatta posizione nelle strade, contrade e casali del paese.

“Il Catasto Onciario del Comune – conclude la delibera – rappresenta una fonte insostituibile di conoscenza del territorio e della comunità in un dato momento del passato, a cui attingere per ricostruire la storia dei singoli, delle famiglie, del tessuto urbanistico e architettonico, della toponomastica locale e finanche di aspetti di storia sociale quale il grado di alfabetizzazione dei cittadini, chiamati a sottoscrivere (se capaci) le dichiarazioni rese al fisco”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here