Polla, 4 operatori sanitari indagati per la morte del piccolo Nicholas

0
528

Sono 4 le persone che risultano iscritte nel registro degli indagati per la morte del piccolo Nicholas di 6 mesi, deceduto dopo il ricovero presso l’ospedale di Polla dove era giunto accompagnato dai genitori. Una morte su cui gli stessi genitori chiedono sia fatta chiarezza anche per capire se si poteva evitare. Vista la decisione di effettuare l’autopsia sul corpicino del piccolo, quattro operatori dell’Ospedale Luigi Curto di Polla che si sono occupati del caso del piccolo, sono stati iscritti nel registro degli indagati. Si tratta di un atto dovuto dato che, l’autopsia sul piccolo corpicino e un atto irripetibile e, dunque, per consentire alle persone interessate di poter nominare periti di parte per poter partecipare all’esame autoptico, è necessario che siano persone iscritte nel registro degli indagati. L’autopsia, secondo quanto si apprende, dovrebbe essere effettuata nella prossima settimana, dando dunque modo e tempo agli indagati di nominare i periti. Un atto quest’ultimo che si inserisce nel lavoro della procura finalizzato a fare chiarezza sulle cause dell’improvvisa morte del piccolo e su eventuali responsabilità.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here