Parte dall’IIS Sacco il tour su “La donazione del sangue da cordone ombelicale”

0
10

{vimeo}385228218{/vimeo}

Come annunciato nel corso della presentazione del progetto, lo scorso 6 dicembre, è partito questa mattina dall’IIS Sacco di Sant’Arsenio il tour all’interno delle scuole per sensibilizzare sulla donazione del cordone ombelicale.

La “famiglia” Banca Monte Pruno, con tale iniziativa, è in campo a sostegno della solidarietà e della salute. Il progetto “La donazione del sangue da cordone ombelicale” ha tra i promotori Aldo Rescinito, Presidente del Circolo Banca Monte Pruno, Michele Albanese, presidente della Fondazione Monte Pruno, Antonio Mastrandrea, Presidente dell’Associazione Monte Pruno Giovani, e il dottore Francesco De Laurentiis, primario del reparto di Ostetricia e Ginecologia dell’ospedale “Luigi Curto” di Polla. Il progetto, partito oggi da Sant’Arsenio per i ragazzi della dirigente Rosaria Murano, consiste in un tour all’interno delle scuole del Vallo di Diano per promuovere ed informare sul tema. Ad ogni occasione viene spiegata l’importanza e illustrate le modalità di tale tipo di donazione. 

Il sangue del cordone ombelicale – sottolineano i promotori dell’iniziativa – è una preziosa riserva di cellule staminali emopietiche in grado di generare globuli rossi, globuli bianchi e piastrine, utili a curare malattie del sangue e del sistema immunitario. Normalmente questo sangue viene scartato assieme alla placenta dopo il parto: basta però una scelta della donna, durante la gravidanza, per fare in modo che esso venga raccolto. Un gesto che non costa alcun sacrificio e non rappresenta alcun pericolo per la madre o per il neonato ma che può essere utile a salvare tantissime vite.

Rosa ROMANO

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here