Palermo, strage di Capaci: Michele Albanese protagonista degli eventi promossi dal Parlamento per la legalità

0
12

{vimeo}271073067{/vimeo}

Entra nel vivo l’attività di Michele Albanese, direttore generale della Banca Monte Pruno di collaboratore della presidenza del Parlamento per la legalità Internazionale. A Palermo partono le iniziative in ricordo della strage di Capaci che, il 23 maggio del 1992 costò la vita al giudice antimafia Giovanni Falcone, alla moglie Francesca Morvillo e a tre agenti della scorta.

Per il direttore della Banca Monte Pruno Michele Albanese, consulente del presidente del Parlamento per la Legalità Internazionale, parte quindi da Palermo il suo impegno a livello nazionale a favore della diffusione della legalità e dei valori umani.

Questa mattina l’inizio della tre giorni di manifestazioni promossa in collaborazione tra Parlamento per la Legalità e Parlamento Multietnico che prevede anche l’omaggio floreale alla tomba di Giovanni Falcone. Presso l’assemblea Regionale Siciliana si è parlato di Legalità in un evento coordinato da Nicolò Mannino e Salvatore Sardisco, presidente e vicepresidente del Parlamento della Legalità Internazionale. Ad intervenire questa mattina Assessore Pubblica Istruzione e Formazione della Regione Sicilia, Roberto La Galla Antonio Sabbatella, Dirigente generale della Presidenza del Consiglio dei Ministri, con il giornalista Rai Pino Nazio, la Dirigente Scolastica dell’Istituto “Ferrara” di Palermo, Eliana Romano e il direttore generale della Banca Monte Pruno Michele Albanese.

 

Albanese, nel suo intervento che ha anche raccolto scroscianti applausi si è rivolto ai ragazzi. “Ricordatevi – ha spiegato il direttore Albanese – delle vostre famiglie e dei vostri affetti perché “Legalità” significa fare il proprio dovere quotidianamente, ognuno nel proprio ambito e voi, affinché il vostro futuro non si fermi davanti agli ostacoli del momento, – ha proseguito – avete il dovere di essere differenti, di attenervi ai valori forti della vita ricordandovi che ci sono persone che hanno dato la vita e sono disposti a darla ancora per il vostro bene. Non scoraggiatevi quindi – ha concluso Albanese – perché c’è tanta gente che vi vuole bene e vuole il vostro bene”.

Protagonista della prima giornata anche il libro “Io Non C’ero – Cosa sanno i giovani di Falcone e Borsellino”, presentato anche nel Vallo di Diano, che ricorda il sacrificio dei giudici antimafia nella lotta per la legalità. Lotta che il presidente del Parlamento per la Legalità Nicolò Mannino aveva iniziato nel 1985 e che, con le stragi di Capaci e Via D’Amelio aveva portato alla nascita del  Parlamento della Legalità per promuovere strategie educative per evitare che giovani cadano nella trappola della malavita.

Sport e musica saranno protagonisti nei prossimi giorni in preparazione della commemorazione della Strage di Capaci

Anna Maria Cava

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here