Padula, nessuna traccia del 40enne scomparso: continuano le indagini per ricostruire l’accaduto

0
534

Nessuna novità al momento sull’uomo scomparso la notte tra martedì e mercoledì a Padula dove è stata rinvenuta la sua auto abbandonata senza nessuna traccia della persona scomparsa. Continuano dunque le indagini dei Carabinieri della Compagnia di Sala Consilina unitamente ai carabinieri del reparto Scientifica di Salerno che sono alla ricerca di ulteriori tracce in grado di aiutare le forze dell’ordine a ricostruire quanto accaduto al 40enne scomparso di Padula.

Sulle indagini vige il massimo riserbo anche perché, al momento, non viene esclusa ancora nessuna ipotesi sulla vicenda. Non ancora del tutto esclusa la pista dell’allontanamento volontario così come resta tutt’ora viva anche l’ipotesi del rapimento. A rendersi conto per primi della scomparsa di Fedele Marotta, questo il nome dello scomparso, sono stati i familiari che non lo hanno visto rientrare a casa e che, per tale ragione, hanno contattato immediatamente le forze dell’ordine per dare il via alle ricerche.

Ricerche che sono subito partite e che hanno portato i carabinieri a trovare l’auto abbandonata lungo un torrente che attraversa Padula scalo non molto distante dall’uscita autostradale di Padula/Buonabitacolo in una zona, peraltro, non del tutto nascosta. Secondo quanto si apprende pare che l’auto sia stata ritrovata con lo sportello aperto e, vicino alla vettura è stato trovato anche il telefonino cellulare del quarantenne. Sia sull’auto che sul telefonino, sono in corso rilievi al fine di trovare elementi utili alle ricerche dato che, tra le ipotesi al vaglio degli inquirenti anche l’allontanamento volontario a scopo di gesto estremo.

Al rinvenimento dell’auto sono stati immediatamente allertati anche i vigili del fuoco del Distaccamento di Sala Consilina per aiutare nelle ricerche dell’uomo scomparso. Ricerche che, purtroppo, non hanno portato ad alcun esito e che, con il passare delle ore, creano sempre maggiore apprensione per le sorti dell’uomo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here