Padula, l’assessore Chiappardo sulla revoca della scorta a Cutrò

0
10

{vimeo}264737209{/vimeo}

Il 9 aprile scorso, il Ministero dell’Interno ha tolto la protezione al testimone di giustizia Ignazio Cutrò e alla sua famiglia. Appena appurata la notizia da più parti sono giunte parole di solidarietà, a partire dal Comune di Padula, dall’Associazione Internazionale Joe Petrosino e dal presidio Libera Vallo di Diano “Natale De Grazia”. C’è un rapporto molto stretto tra Ignazio Cutrò e Padula che più volte lo ha ospitato, in momenti diversi, quale testimonianza di coraggio e simbolo di rinascita: l’imprenditore agrigentino, lo ricordiamo, fece arrestare i mafiosi che distrussero la sua azienda. Per il suo coraggio l’associazione Joe Petrosino lo ha insignito dell’omonimo premio mentre il Comune ha messo a disposizione una stanza quale sede dell’associazione nazionale dei testimoni di giustizia fondata proprio da Cutrò. Ascoltiamo su questo l’assessore alla cultura del Comune di Padula, Filomena Chiappardo che, ai microfoni di Rosa Romano, rinnova il sentimento di solidarietà a Cutrò

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here