Padula, l’alunna del Pisacane Laura Trotta si aggiudica la prima borsa di studio al concorso MT Capital Writing Challenge

0
678

L’alunna Laura Trotta della classe 4B del Liceo Scientifico “Carlo Pisacane” di Padula ha ottenuto un eccellente risultato. Si è infatti aggiudicata la prima borsa di studio, del valore di 700 euro, intitolata a Stefano Quilli, al concorso MT Capital Writing Challenge. L’annuncio arriva dalla scuola da cui affermano: “La nostra alunna ha redatto un saggio, in lingua inglese, che aveva come obiettivo quello di essere “heartfelt” (ossia “venire dal cuore”)”.

Il saggio doveva essere incentrato su Warren Buffett, probabilmente l’investitore più intelligente di tutti i tempi, come recitava la traccia, che con il “Giving Pledge” ha insegnato alle persone di tutto il mondo come l’uso del denaro smascheri gli esseri umani e come la genuina generosità possa cambiare il mondo. Nella traccia poi si chiedeva ai partecipanti: “Si sente ispirato dalla sua storia personale? E se sì, perché?”.

Il Giving Pledge è una campagna lanciata nel 2010 da Bill Gates e Warren Buffett con l’obiettivo di incoraggiare i miliardari a dare il proprio impegno a devolvere una parte del loro patrimonio in beneficenza. E’ di pochi giorni fa la notizia dell’ultima grande donazione effettuata da Warren Buffett, il quale ha annunciato che donerà 5,3 miliardi di dollari di azioni Berkshire a cinque enti di beneficenza.

Il saggio per il concorso aveva dunque l’obiettivo di scrivere sul perché il famoso investitore statunitense Warren Buffet fosse fonte di ispirazione per tanti giovani. Dopo un’accurata ricerca su questo personaggio – spiegano dalla scuola – l’alunna del “Pisacane” ha concentrato la sua attenzione sul valore da lui attribuito all’educazione, intesa come una priorità, nonché sulla purezza degli insegnamenti trasmessi ai suoi figli e, non da ultime, sulla consapevolezza e sulla sincerità nell’affermare di non essere partito da zero. A guidare Laura Trotta, a cui vanno le congratulazioni dell’Istituto “Pisacane”, la docente di Lingua Inglese, prof.ssa Nicla Pinto.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here