Padula, dal sindaco la richiesta di liberare i locali all’ente montano. Accetta chiede 4 annualità di fitto

0
25

comunit montana

La Comunità Montana dovrebbe a breve lasciare l’attuale sede ubicata nella Certosa di San Lorenzo a Padula come da richiesta del sindaco Paolo Imparato che avrebbe fatto pervenire al presidente Raffaele Accetta la lettera in cui si chiede di liberare i locali. Una decisione già nell’aria da diverse settimane ma che assume, ora, anche note che potrebbero rivelarsi dolorose economicamente per la sussistenza di accodi di vecchia data tra Comune di Padula e Comunità Montana.

I locali in cui insiste l’ente montano sono stati in passato oggetto di lavori di ristrutturazione realizzati a spese della Comunità Montana Vallo di Diano. Spese che sarebbero state poi detratte dal fitto spettante al Comune.

Da qui la risposta di Raffaele Accetta che, alla luce anche dei documenti redatti in passato e dagli accordi intervenuti tra i due enti sin dal lontano 1999, ha chiesto al Comune di Padula, per lasciare il locali, la somma di 180 mila euro pari alle 4 annualità di fitto che erano compresi nel recupero delle spese di ristrutturazione dei locali e che non possono essere detratte dal fitto per la sopravvenuta volontà del primo cittadino padulese di riprendere anticipatamente possesso dei locali.

“Ci sono delle posizioni da chiarire – fa sapere il presidente della Comunità Montana Vallo di Diano Raffaele Accetta – che possono essere valutate solo dopo una valutazione dei documenti in cui sono stati regolamentati i rapporti tra il comune di Padula e l’ente montano a partire dal 1999”

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here