Padula, 9 marzo Comando Polizia Municipale intitolato a Joe Petrosino

0
29

{vimeo}321473528{/vimeo}

Padula sempre più legata al suo concittadino più illustre e ai suoi insegnamenti di legalità. Da sabato prossimo 9 marzo il Comando della Polizia Municipale di Padula sarà intitolato a Joe Petrosino, il poliziotto italo americano prima vittima innocente della mafia che, ucciso a Palermo, è considerato in America un vero eroe ed in Italia viene ricordato per il suo sacrificio nella lotta alle mafie.

A quasi 110 anni dall’omicidio di Joe Petrosino e il Comune di Padula, per ricordare il suo sacrificio ha deciso di intitolare un luogo di legalità al poliziotto nativo di Padula. Il 12 marzo a Palermo, ogni anno si svolgono cerimonie di commemorazione a cui partecipa anche l’amministrazione comunale di Padula e l’associazione Internazionale Joe Petrosino di Padula. Ma prima della partenza, Padula ricorderà il sacrificio del suo eroe dedicandogli il comando di Polizia Municipale in una cerimonia di commemorazione che avrà inizio alle ore 9,30 in Via Chiusa dove ha sede il comando per la cerimonia di intitolazione a cui prenderanno parte autorità civili, militari e religiose, oltre ad una delegazione della Joseph Petrosino Association in America e del New York Police Department.

A seguire ci si sposterà presso la Casa Museo Joe Petrosino per una visita dei luoghi che hanno visto i natali dell’illustre poliziotto. La delegazione Padula partirà poi domenica in direzione Sicilia dove martedì 12 marzo, in occasione dell’anniversario dell’omicidio di Joe Petrosino, presso la Residenza Universitaria è in programma un incontro a cui prenderanno parte anche l’assessore alla cultura del Comune di Padula Filomena Chiappardo e il presidente dell’associazione Internazionale Joe Petrosino Vincenzo Lamanna.

In tale occasione, dopo il convegno dedicato alla figura di Joe Petrosino, è previsto anche un momento di raccoglimento in Piazza Marina con la deposizione di una corona sul luogo dell’assassinio di Joe Petrosino e la scopertura di una lapide realizzata e donata dal Pippo Madè.

Anna Maria CAVA

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here