Padula. 30 novembre convegno su Rete oncologica con la Clinica Cobellis

0
11

{vimeo}376164370{/vimeo}

La Clinica Cobellis punta a potenziare l’informazione in campo oncologico cercando di creare le giuste condizioni per favorire il ricorso alla diagnosi precoce e rendere sempre più funzionale ed efficiente la rete oncologica campana di cui è parte dominante per la parte a sud di Salerno. Riconosciuta tra le strutture accreditate dall’ente regionale per la rete oncologica a sud di Salerno, la Clinica Cobellis sarà a Padula per un incontro organizzato avvalendosi del supporto e della professionalità della FOSAPA ente accreditato alla formazione.

Sabato prossimo, 30 novembre, a partire dalle ore 8,30, presso la sala conferenze della Certosa di San Lorenzo a Padula si terrà il convengo sul tema “I Big Killer e la rete oncologica Campana” che, avvalendosi di importanti ed esperti relatori, parlerà dei percorsi oncologici accreditati dalle norme regionali, per affrontare in maniera professionale e soprattutto con un sistema di rete e di collaborazione tra territorio e cliniche, i problemi legati alle neoplasie della mammella, colon rettali, epatobiliopanchreatiche e vescico-prostatiche partendo dalla diagnosi precoce passando per le terapie.

Una giornata di studio che la Clinca Cobellis ha voluto realizzare anche al fine di aggiornare sulle nuove tecnologie capaci di anticipare la diagnosi così come le ultime innovazioni sono capaci di intervenire in maniera sempre meno invasiva e più efficace. Sarà inoltre anche occasione per presentare sia agli addetti ai lavori  che alla società civile tutta, il modello organizzativo della struttura ospedaliera accreditata dal servizio sanitario nazionale. Tantissimi i relatori che parteciperanno al seminario per offrire un contributo efficace all’informazione in materia oncologica. L’evento, che potrà contare su diversi moderatori esperti negli ambiti di discussione, si divide in due sessioni di studio.

Nella prima sessione che si apre alle ore 9,00, si discuterà grazie ai relatori di Multidisciplinarietà in oncologia, il medico di famiglia, le istituzioni, l’informazione la team manager. La seconda sessione, che dovrebbe aprirsi intorno alle 10,30, sarà invece dedicata alla Diagnosi Precoce e programmazione terapeutica multidisciplinare. Il seminario, che rientra nell’obiettivo nazionale n.9 per l’integrazione tra assistenza territoriali e ospedaliera, prevede anche l’assegnazione di 5 crediti formativi

Anna Maria CAVA

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here