Ottati, in arrivo fondi dal Pnrr per migliorare la raccolta differenziata

0
152

Ad Ottati importanti novità in tema di finanziamenti per interventi nel settore della raccolta differenziata dei rifiuti. Il sindaco Elio Guadagno ha infatti annunciato che dal Pnrr arriveranno 637mila euro per un progetto presentato dal comune volto a migliorare e meccanizzare la rete di raccolta differenziata dei rifiuti urbani. Tra le 895 proposte finanziate, fa sapere il primo cittadino, dalla Linea A del bando Pnrr “Rifiuti”, su circa 3.000 avanzate, c’è dunque anche quella di Ottati.

 “Il nostro progetto mira a migliorare – spiega il sindaco Guadagno – la raccolta differenziata. Infatti, attraverso la realizzazione di un centro di raccolta videosorvegliato, munito di press-container, pesa, cassoni scarrabili ed ecoisole informatizzate, l’installazione di mini isole ecologiche intelligenti, la dotazione di hardware e software per la pesatura dei rifiuti e la tariffazione puntuale mediante lettori RFID, si punta ad implementare la percentuale di raccolta differenziata, oggi all’82,80%, e ad ottimizzare i costi – conclude il sindaco – , quindi comportando un risparmio per i cittadini”.

Le novità importanti per Ottati non riguardano però solo la raccolta differenziata. Procede infatti l’iter per la realizzazione del Centro Ippico in località San Vito, che spiega il sindaco, avrà una finalità turistica, sportiva e soprattutto riabilitativa.  Nei giorni scorsi sono stati consegnati i lavori all’Impresa esecutrice. L’annuncio è stato dato con soddisfazione dal primo cittadino.

“Uno dei progetti a cui più teniamo – ha affermato – : quando si presentò l’occasione del bando Sport e Periferie, nel 2020, immaginammo i benefici economici ed occupazionali connessi ad un’opera sportiva, il binomio produttivo che il territorio e uno sport ad esso attinente e diverso dai soliti potesse comportare per i nostri ragazzi, il sollievo di tante famiglie, di bambini e adulti affetti da autismo o da altre disabilità, a vedere miglioramenti nella loto vita quotidiana grazie all’ippoterapia”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here