Ospedale di Sapri, carenza di personale in pediatria e nido ed errata applicazione della “pronta disponibilita’”: interviene la Fials Salerno

0
102

I bambini sono i pazienti maggiormente a rischio per la Fials Salerno che lancia l’allarme sulla situazione critica che si deve affrontare all’ospedale Dell’Immacolata di Sapri dove, la carenza di personale presso i reparti di pediatria e presso il Nido, può compromettere l’assistenza sanitaria dei più piccoli. In particolare la carenza si registra sull’organico infermieristico che, essendo costituito da soli 8 professionisti risulta insufficiente per garantire il livelli essenziali di assistenza alla luce anche di quanto stabilito dalla Regione Campania con la delibera dello scorso 19 aprile in cui vengono definiti i criteri per la determinazione del personale necessario.

“Questa carenza – dichiara il segretario provinciale della FIALS Salerno Carlo Lopopolo – mette sotto pressione il personale esistente, che si trova ad affrontare responsabilità assistenziali e carichi di lavoro eccessivi, compromettendo sia la quantità che la qualità delle cure fornite”. La preoccupazione del sindacato, però, non si ferma alla carenza di personale ma interessa anche la gestione del personale in servizio in particolare per ciò che riguarda le disposizione sulla pronta disponibilità che, a parere della FIALS vengono applicate impropriamente mentre, in realtà dovrebbero essere adottate solo in situazioni di carenza di personale.

“Come sindacato – sottolinea Lopopolo – non rappresentiamo solo i lavoratori, ma tuteliamo pure i servizi offerti ai cittadini. Per questo ci riserviamo il diritto di intraprendere ulteriori azioni se necessario. La responsabilità per eventuali danni subiti dagli utenti a causa della mancanza di personale sarà attribuita all’amministrazione ospedaliera se non verranno adottate misure per garantire la protezione e la sicurezza dei pazienti”. La Fials Salerno annuncia di essersi rivolta direttamente alla direzione generale dell’ASL di Salerno al fine di risolvere le criticità in particolare relative alla carenza di personale.

“Abbiamo diffidato l’Asl Salerno – scrive in conclusione il segretario aziendale della Fials Rocco Granato – rispetto all’errata applicazione dei contratti e prevediamo l’adozione di misure legali in caso di mancato riscontro entro 7 giorni. Questa situazione solleva gravi preoccupazioni riguardo alla qualità delle cure offerte ai pazienti e richiede una risposta immediata da parte delle autorità sanitarie competenti”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here