Ospedale di Sapri, al Dopolavoro Ferroviario un incontro su rischio chiusura

0
100

Il tema sanità nel distretto 71 Sapri è stato affrontato nella mattinata di ieri presso il Dopolavoro Ferroviario di Sapri in un incontro pubblico promosso da SPI CGIL mettendo in evidenza la forte carenza di personale sanitario negli ospedali salernitani e non solo.

Necessario assicurare i livelli essenziali di prestazioni ma anche far si che i pronti soccorso non siano i soli punti di riferimento per i malati ma, puntare anche sul potenziamento della medicina territoriale. Sono queste alcune dei suggerimenti emersi nel corso dell’incontro a cui ha preso parte anche il segretario regionale di SPI CGIL Franco Tavella. Pur riconoscendo l’importanza dunque degli ospedali quali presidi fondamentali per i territori è stato anche però evidenziato come, per garantire un’adeguata assistenza sanitaria, bisogna evitare l’eccessivo ricorso agli ospedali anche per la cura di patologie meno gravi come sottolineato da Tavalla.

Altro tema affrontato con attenzione la carenza di personale sanitario negli ospedali. Una carenza che si sta registrando a livello nazionale e che necessita quindi di nuove disposizione normative come la modifica del numero chiuso per le facoltà di medicina. Ma anche la necessità di prevedere incentivi per incentivare la scelta di ospedali di periferia rispetto ai grandi centri, come sottolineato da Domenico Vrenna Segretario della Camera del Lavoro Cgil di Sapri.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here