Ora legale, questa notte le lancette un’ora in avanti. Meno sonno; ne risente la salute

0
134

Sarà una Pasqua diversa quest’anno anche perché bisognerà fare i conti con il cambio di orario. Nella notte tra oggi, sabato 30 e domani domenica 31 marzo, ultima domenica del mese, torna l’ora legale e, pertanto, sarà necessario spostare le lancette dell’orologio un’ora in avanti. Alle 2 di questa notte le lancette dell’orologio dovranno segnare le ore 3,00 creando cosi un mini jet lag a cui, poi, ci si dovrà abituare. Si dorme un’ora in meno ma si avrà un’ora di luce in più.

Cambiamenti questi che, al di là delle preferenze, porterebbero comunque, almeno secondo alcuni studi, produrre effetti anche rischiosi sulla salute. Nel corso dell’anno, infatti, il doppio cambiamento dell’ora tra legale che si verifica in primavera e solare che, quest’anno avverrà nella notte tra il 26 e 27 ottobre, il corpo umano è sottoposto ad uno stress che viene poi gestito in manieri differente da ciascuno di noi ma che provoca comunque danni alla salute in particolare dei più fragili, ossia gli anziani e i bambini che hanno maggiore difficoltà ad accettare cambiamenti in particolare di orari vivendo rispettando determinate abitudini ed orari.

Gli studi sugli effetti dei cambiamenti di orari che si verificano in primavera ed autunno, sono numerosi per, secondo quanto emerge, pare che, in ciascuno di essi, sono stati accertati effetti non proprio salutari. Secondo recenti studi, su pazienti con problemi cardiaci, infatti, è emerso che, nei giorni successivi ai cambiamenti di orario ed in particolare all’entrata in vigore dell’ora solare, si manifestano più infarti cardiaci e si registra anche un aumento dei casi di fibrillazione atriale. In Italia, intanto, si torna a parlare del mantenimento di un orario costate che sia legale o solare, poco importa.

L’importante è evitare i continui cambiamenti annuali a cui, il cambio di ora e quindi di sonno, viene inevitabilmente sottoposto il corpo umano con effetti sulla salute. Intanto resta confermata, anche quest’anno, l’introduzione dell’ora legale e, dunque, domani mattina, giorno di Pasqua ci si sveglierà un’ora prima.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here