Novità per Eboli e Napoli, nuova fermata a Contursi Terme. Allarmato il Comitato pendolari Vallo di Diano

0
8

{vimeo}277244747{/vimeo}

Con una lettera all’assessore al Turismo della Giunta regionale della Campania Corrado Matera, al consigliere delegato alla Mobilità per la Provincia di Salerno Paolo Imparato, al Presidente della Comunità Montana Vallo di Diano Raffaele Accetta, al Presidente del Parco Nazionale del Cilento Vallo di Diano Alburni Tommaso Pellegrino e ai sindaci del Vallo di Diano, il Comitato pendolari Vallo di Diano, denuncia lo scippo istituzionale dopo aver appreso che i bus sostitutivi di andata e ritorno delle linee veloci Trenitalia per Eboli e Napoli a partire dal 2 luglio subiranno un’aggiunta di percorrenza e di orario. Da quella data sarà infatti possibile effettuare la fermata dei bus alla stazione di Contursi Terme.  

È stato uno scippo ‘istituzionale’ – scrivono – l’autorizzazione è stata concessa senza alcun preavviso, senza alcuna consultazione, senza alcuna condivisioneMaggiori disagi saranno causati non solo ai lavoratori e agli studenti che quotidianamente si spostano su Eboli, Battipaglia, Agropoli, Salerno e Napoli, ma andrà a vanificare quanto di buono è stato fatto per incentivare l’interscambio con i visitatori dei siti culturali, ambientali, religiosi valligiani e con gli usuifruitori delle coincidenze con i Frecciarossa, Italo ed autolinee ministeriali su Salerno e Napoli”.

Il Comitato è preoccupato sul fatto che si verificherà una carenza notevole di posti a sedere a discapito di chi è costretto a fare quella tratta tutti i giorni. Potrebbero verificarsi disagi laddove gli utenti non potessero salire a bordo per carenza di posti mentre si allungano le attese e le corse diventano più antieconomiche, il servizio rallenterebbe e si correrebbe il rischio di perdere le coincidenze.

“Le corse, come è accertato – scrivono ancora dal comitato pendolari – viaggiano al limite della capienza e la ristretta disponibilità dei posti a sedere renderà molto difficile soddisfare una ulteriore richiesta: tutto ciò alimenterà frizioni, ostracismi, disagi tra gli utenti”. I componenti del comitato fanno appello infine alle Autorità perchè salvaguardino gli interessi del Vallo di Diano.

Antonella Citro

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here