Musica, il cantautore cilentano Dutty Beagle presenta “La Ventana”

0
206

Torna sulla scena musicale Dutty Beagle, cantautore originario di Marina di Camerota fra i maggiori esponenti della scena reggae cilentana. Lo fa con il brano “La Ventana” in cui sono evidenti le influenze folk e world del musicista cilentano. Il singolo, però, segna un cambio di passo nella sua produzione musicale.  Nei lavori precedenti il reggae la faceva da padrone. Emblema evidente di questo sound il singolo “Cilentoland”, che ha fatto da sfondo alla puntata di “4 Ristoranti” di Alessandro Borghese ambientata proprio nel Cilento. “La Ventana”, un ritorno al cantautorato folk, segna l’unione tra il Cilento, sua terra natia, con i Sud del Mondo, miscelando il tutto con il folklore andaluso e le percussioni afro-cubane.

«Per la realizzazione de “La Ventana” mi sono affidato al chitarrista Pantaleo Rizzo e al percussionista Antonio De Leo – spiega il cantautore -. Le loro influenze hanno colorato il brano di sonorità flamenco-andaluse e afro-cubane. Mi piace conoscere i popoli, studiarne i costumi, la musica, la storia. Così mi capita di ascoltare cose diverse, ed esserne conseguentemente influenzato, cambiando anche modo di approcciarmi alla musica e di scrivere».  L’Andalusia e le sue sonorità rappresentano solo una tappa di questo viaggio musicale, una nota felice di un pentagramma in divenire arricchito dalla presenza dei due musicisti che da due anni si sono uniti, anima e corpo, al fianco di Dutty Beagle.

«La Ventana – afferma ancora il musicista – rappresenta la presa di coscienza di una giovane ragazza soffocata da una quotidianità che la imprigiona e da un ambiente di lavoro privo di umanità. Il testo è un inno al cambiamento, tentando di restituire valore alle piccole cose».  Il brano è stato registrato all’Hexagonlab Studio di Vallo della Lucania da Edoardo Di Vietri e vede la collaborazione dei musicisti Pantaleo Rizzo (chitarre), Antonio De Leo (percussioni), Pietro Lorenzotti (basso), Denis Citera (batteria), Adriano Palmieri (tromba), Antonio Reda e Roberto Sergi (trombone), mentre è stato mixato e masterizzato da Carlos Avatar (El Tercero Studio, Barcellona).

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here