M.S.Giacomo. Mostra collettiva a Palazzo Marone, fino al 1 dicembre per iscriversi

0
12

{vimeo}243429088{/vimeo}

C’è tempo fino a venerdì 1 dicembre per iscriversi e prendere parte alla mostra collettiva che il Comune di Monte San Giacomo, insieme al neocostituito comitato “L’Arco”, promuove per dare risalto agli artisti locali. Gli spazi espositivi messi a disposizione dei pittori e degli scultori sangiacomesi sono quelli di Palazzo Marone che torna ad aprire le sue porte all’arte contemporanea. Grande infatti il successo della mostra “Medusa/Riflessioni” in cui fino ad estate inoltrata hanno esposto: Gianluca Cavallo, Melinda Borysevicz, Arturo Ianniello e Natalia Ponton.  Poi la Giornata del Contemporaneo lo scorso ottobre ha confermato la bontà dell’iniziativa che si è, per l’occasione, ampliata affiancando ai 4 già presenti 2 artisti locali Salvatore Cardamone e Giuseppe Calabrese. Un Palazzo storico che conferma di sapersi aprire all’arte e al bello diventando, in questi casi, il luogo attraverso cui pittori, scultori, anche fotografi, hanno la possibilità di esibire la loro interpretazione della contemporaneità. Con dipinti, ceramiche artistiche, sculture polimateriche e tanto altro. L’Amministrazione comunale, sempre attenta e impegnata nel dare spazio ad iniziative di carattere culturale, da qualche settimana può avvalersi del supporto del comitato “L’Arco”. Nasce in occasione della Giornata 13^ Giornata del Contemporaneo da un’idea dei ragazzi che curano e gestiscono Palazzo Marone. L’obiettivo è dare una spinta propulsiva alla valorizzazione del luogo che immaginano possibile solo se aperto e fruibile. Da qui la proposta della mostra collettiva in programma per questo inverno che sarà inaugurata sabato 23 dicembre e resterà visitabile per tutto il periodo natalizio.

Scadenza adesioni venerdì 1 dicembre. Recarsi personalmente presso la Segreteria Comunale e rivolgersi al sig. Antonio Fasanella oppure inviare email all’indirizzo comunemsgiacomo@tiscali.it indicando tipo e numero di opere e lasciando il proprio recapito.

 

Rosa Romano

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here