Montesano sulla Marcellana, al via l’iniziativa “Adotta un’aiuola”

0
195

Al via a Montesano sulla Marcellana l’iniziativa “Adotta un’aiuola”. Il comune guidato dal sindaco Giuseppe Rinaldi ha infatti pubblicato l’avviso per concedere in “adozione” le aiuole pubbliche, su proposta dei cittadini e previo consenso della Giunta Comunale sentito l’Ufficio tecnico. La domanda, indicante l’aiuola o l’area verde prescelta, va inoltrata all’Ufficio Area Governo del Territorio. Possono presentare domanda i cittadini, enti pubblici, associazioni senza finalità di lucro e imprenditori. Tutte le informazioni e la modulistica sono reperibili sul sito dell’Ente: www.comune.montesano.sa.it.

“C’è bisogno di tutti per la cura del decoro urbano – afferma il sindaco Rinaldi – . Se vogliamo valorizzare ulteriormente il quinto posto a Borgo dei Borghi, se vogliamo garantire un più ampio decoro in tutte le aree del paese, se vogliamo rendere ancora più bello e accogliente Montesano, è il momento di partecipare e di dare una piccola mano al proprio paese”. Il sindaco rivolge dunque un invito a partecipare all’iniziativa ad associazioni, imprenditori, commercianti, aziende, oratori, cittadini privati, famiglie e ai tanti “appassionati del verde” affinché aderiscano all’ Avviso individuando, autonomamente, un piccolo spazio verde, un’aiuola da valorizzare. “Si questo è un appello – prosegue il primo cittadino – , se volete una richiesta di sostegno, collaborazione, ausilio al nostro operato. In un territorio di 110 Kmq solo collaborazioni come queste possono ampliare e garantire maggiore decoro”.

Il sindaco Rinaldi invita anche a contribuire con fioriere ai balconi, all’ingresso di casa e con piante ornamentali. Ricorda poi alle aziende e agli imprenditori che è prevista la possibilità di installazioni pubblicitarie per chi si assumerà la responsabilità di uno spazio, oltre che detrazioni. “So già che tanti lo fanno – dice il primo cittadino Rinaldi – , si impegnano per il patrimonio comunale e li ringrazio di cuore ma questo Avviso vuole rendere più strutturale e capillare l’azione in collaborazione col pubblico sugli spazi verdi e sul decoro in generale”. Infine si ricorda che è possibile anche un’adozione congiunta e che nel caso di situazioni più degradate da recuperare, l’Ente collaborerà col privato.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here