Montesano, dal TAR Lazio ok alla proroga per la realizzazione della stazione elettrica. Respinto il ricorso del Comune

0
10

altalt

Nessun annullamento dell’atto che prorogava i termini per la realizzazione della stazione elettrica di Terna a Montesano Scalo. Il ricorso presentato dal comune di Montesano guidato dal sindaco Giuseppe Rinaldi è stato respinto dai giudici del TAR Lazio che hanno motivato la decisione ritenendo la stazione elettrica in costruzione a Montesano Scalo strategica a livello nazionale e di interesse pubblico. Per i giudici inoltre per la realizzazione dell’opera ricorrono particolari ragioni di urgenza per lo sviluppo socio-economico del Paese. Respinte quindi tutte le motivazioni presentate dal Comune in sede di ricorso per annullare il provvedimento, tra i quali anche l’illegittimità dell’atto perché carente della Valutazione di Impatto ambientale. Per i giudici del TAR Lazio la carenza della documentazione doveva essere impugnata entro termini di legge e non poteva essere inserita nella presentazione del ricorso.

Immediata il commento del Sindaco Giuseppe Rinaldi che analizza le decision dei giudici con amarezza: “Il Tar Lazio – sottolinea Rinaldi – ritiene la stazione di Montesano di rilievo strategico nazionaledisconnessa dal locale Parco Eolico. Cioè prima mi faccio autorizzare tramite parco eolico a raccogliere le energie alternative, poi me ne vado per fatti miei! E’ vero che le Sentenze si rispettano – commenta amareggiato Rinaldi – ma a volte comprenderle e condividerle è impossibile! Per i giudici del TAR la proroga è possibile in quanto il procedimento sanzionatorio in merito alla carenza di VIA non è chiuso. Evidentemente non si è tenuto conto della nota della Regione Campania del 4.10.2016 depositata dai legali presenti in udienza e riprendono le tesi secondo cui dopo i sessanta giorni dall’autorizzazione del 2010 l’Amministrazione Comunale doveva presentare ricorso amministrativo e non l’ha fatto e rimandano ad altri procedimenti e altre sedi i provvedimenti di cui all’eventuale carenza di VIA”. Restano comunque aperte altri percorsi da aprte dell’amministrazione comunale di Montesano anche in merito alla Valutazione di Impatto Ambientale coime lo stesso Giuseppe Rinaldi ha ribadito nel suo commento alla sentenza del TAR Lazio. “Procedimenti per la mancanza di VIA sono già aperti in Regione con la Terna che ha presentato già ricorso e negli ultimi giorni motivi aggiunti, incardinati nel giudizio pendente sull’art. 29 Testo Unico Ambiente e sui cui auspichiamo valutazione diversa da quella di oggi. Intanoto – prosegue ancora il primo cittadino di Montesano – attendiamo esito ministeriale su istanza di assoggettabilità a VIA richiesta da Terna e su cui abbiamo avuto recente incontro al Ministero dell’Ambiente e le opposizioni formulate al Piano di Sviluppo dove, pensate un po’; Terna ci inserisce in regione Basilicata! In generale, la Sentenza non è per nulla condivisibile e ci stiamo già attivando per presentare ricorso al Consiglio di Stato!” 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here