Messa in sicurezza, fondi ministeriali per alcuni Comuni del Vallo di Diano, Alburni e Tanagro

0
17

{vimeo}454332786{/vimeo}

Fondi in arrivo anche per alcuni Comuni del Vallo di Diano, Alburni e Tanagro per la progettazione definitiva ed esecutiva per l’annualità 2020 relativa ad interventi di messa in sicurezza del territorio a rischio idrogeologico, di strade e altro patrimonio comunale. I contributi sono stati assegnati con Decreto Ministeriale del 31 Agosto, dal Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali.

Ad Auletta in arrivo 463mila euro per “Lavori di consolidamento e mitigazione del rischio idrogeologico frazione Mattina”, 340mila euro per il “Risanamento idrogeologico area insediamento abitato loc. Ciceglie” e 461mila euro per “Lavori di risanamento idrogeologico e messa in sicurezza area sportiva loc. Pompeiano”.

A Pertosa invece sono previsti 107.215 euro per “l’Intervento di risanamento idrogeologico del Vallone Macchia d’Acqua”, 102.700 per il “Completamento dell’intervento di sistemazione idrogeologica idraulica del Vallone Paradiso dei Ciucci” e 116.542 euro per “L’intervento di sistemazione idrogeologica del Vallone Acquaviva”. A Salvitelle previsti 54mila euro per “L’intervento di risanamento rischio idrogeologico e sistemazione forestale vallone coste San Giacomo”.

Il Comune di Ottati è beneficiario di un contributo di 55.629 euro per la “Sistemazione idraulico-forestale e dei versanti del vallone Fontana Nova in Località Fontana Nova e il ripristino e messa in sicurezza dell’alveo originario e profilatura delle pareti e posa in opera di gabbionate rinverdite”. A Bellosguardo in arrivo 91.142 euro per la “Sistemazione idraulico forestale del reticolo idrografico che insiste sui versanti Minno-Cerafuoli-Prato”. A Roscigno previsti oltre 320 mila euro per lavori di messa in sicurezza.

A Caggiano 300mila euro per il “Risanamento idrogeologico dell’area perimetrale del centro storico, costone roccioso a rischio frana elevato”, 150mila euro per il “Risanamento idrogeologico area frana località San Francesco” e 150mila euro per “L’adeguamento sismico e messa in sicurezza idrogeologica del costone Capo la Serra Area p.i.p. loc. Casale”. 41mila euro ad Aquara per il “dissesto idrogeologico, messa in sicurezza, consolidamento e ripristino funzionale area adiacente strada comunale J Kennedy” e 106mila euro per la “Mitigazione rischio idrogeologico, recupero, valorizzazione del patrimonio storico e paesaggistico del tratto di fiume che percorre il territorio comunale”.

Antonella D’ALTO

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here