Mercato libero di luce e gas: i consigli del Codacons

0
107

Il Consiglio dei Ministri ha approvato il nuovo decreto Energia, che non contiene la proroga del mercato tutelato per gas ed elettricità. Per affrontare consapevolmente il passaggio dal mercato tutelato a quello libero, che è un passo necessario dal quale però bisogna tutelarsi, arrivano i consigli del Codacons che sta raccogliendo la richiesta di assistenza da parte dei cittadini.

I consumatori devono comprendere la trasformazione in atto: il regime di mercato tutelato prevede che le tariffe siano stabilite dall’Arera che le aggiorna ogni tre mesi per la luce e ogni mese per il gas, nel libero mercato invece il prezzo è contrattato direttamente con l’azienda fornitrice. Quindi:

  • Bisogna scegliere un’offerta sul mercato libero entro il 10 gennaio per il gas e entro il 1° aprile per la corrente elettrica;
  • Prima del passaggio, occorre verificare dalla bolletta se si è già nel mercato libero o meno: sulla prima pagina, in alto, c’è la dicitura “Mercato libero dell’energia” o “Servizio di Maggior Tutela”;
  • Non ci sono multe o interruzioni di fornitura per chi per chi non opera alcuna scelta, ma c’è il rischio è di ritrovarsi a spendere di più rispetto a chi avrà fatto una scelta consapevole in quanto il servizio passerà automaticamente nel regime “Placet” per il gas e nel Servizio a tutele graduali (Stg) per la corrente;
  • Le tutele proseguiranno per i cittadini “vulnerabili” ovvero i cittadini over 75, chi percepisce bonus per condizioni economiche svantaggiate, chi beneficia della legge 104 e chi ha in casa macchinari salvavita;
  • I consumatori possono contrattare direttamente con l’azienda fornitrice, ma bisogna fare attenzione alla scelta tra prezzo fisso e variabile: il prezzo fisso riguarda la componente energia, che resta bloccato anche per 12 o 24 mesi, mentre quello variabile può cambiare ogni mese;
  • I clienti non vulnerabili saranno informati o riceveranno comunicazioni in bolletta su scadenze e passaggio al mercato libero.

La migliore offerta dipende da tante variabili quindi il consiglio del Codacons è consultare il comparatore della piattaforma online www.ilportaleofferte.it.

I consumatori hanno a disposizione www.sportelloperilconsumatore.it/ per affrontare controversie e inviare reclami e www.consumienergia.it per informazioni utili e consigli.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here