La Bcc Monte Pruno al fianco dell’Ecuador. Finanziamenti per circa $ 1.500.000 dalla Federazione Bcc Campania e Calbria

0
122

La BCC Monte Pruno a fianco dell’Equador sostenendo l’iniziativa promossa dalla Federazione Banche di Comunità Credito Cooperativo Campania e Calabria che hanno voluto inviare fondi di finanziamento importanti al fine di favorire l’accesso a credito e conseguentemente, migliorare le condizioni di vita degli abitanti dell’Equador.

Nei giorni scorsi è stato erogato l’ultimo finanziamento da parte dell’Istituto di credito diretto da Michele Albanese per il progetto a cui hanno aderito 10 BCC. L’intervento ha consentito di erogare a Banco Codesarrollo $ 1.500.000 che saranno utilizzati per finanziare le tante piccole attività e la cooperazione in Ecuador. Reciprocità, partecipazione, scambio di risorse, formazione, arricchimento culturale, sono le parole chiave che delineano il progetto Microfinanza Campesina in Ecuador, che hanno spinto anche la BCC Monte Pruno ad intervenire per completare l’intervento, raggiungendo l’obiettivo economico che si era prefissata la Federazione.

Si tratta di un progetto nato oltre 20 anni fa con Federcassa e i referenti economici Ecuadoregni, incentrato su un modello di finanxza circolare destinato prevalentemente a giovani e donne. In questo lungo periodo sono stati erogati circa 90 milioni di dollari dalle BCC. La nuva erogazione di finanziamenti continuerà, attraverso l’iniziativa progettuale, a sostenere le piccole realtà locali in Ecuador creando ricchezza e lavoro laddove la proverà rappresenta invece un a condizione reale e diffusa.

“Con spirito di condivisione e collaborazione-hanno affermato i vertici della BCC Monte Pruno- abbiamo fatto rete e sistema per contribuire alla buona riuscita di questo progetto di cooperazione che punta a creare lavoro e ricchezza in un territorio davvero povero come l’Ecuador. Ringraziamo il Presidente della Federazione Manzo ed il suo Direttore Vildacci per l’impegno e la grande caparbietà di portare a compimento questo step non scontato e certamente molto più articolato in un’epoca diversa per il credito cooperativo in Italia. Non esistono confini, a nostro avviso, per tendere la mano a chi ha necessità, non distribuendo fondi a pioggia, ma trasferendo loro un modello di cooperazione che ha già riscosso successo e prodotto risultati entusiasmanti”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here