Inverno demografico, effetti sulla scuola: nel 2024 entrano a scuola solo 7782 bimbi

0
102

L’ultimo dossier dell’Istat sulle culle vuote evidenzia che la provincia di Salerno è tra le più colpite d’Italia: in 23 anni è stato perso il 30,7% delle nascite. La tendenza per il prossimo futuro è quella di una continua diminuzione con una preoccupante sequenza degli effetti del cosiddetto inverno demografico che in Italia è iniziato nel 2009.

Tutto ciò ha delle profonde ripercussioni anche sul sistema scolastico.

Nel 2024 entreranno per la prima volta tra i banchi, alla scuola dell’infanzia, solo 7782 bambini nel salernitano – come riporta IlMattino – Nel prossimo anno scolastico si conteranno a scuola pochi bambini di tre anni: 3997 maschi e 3785 femmine. Il numero si basa sui dati dei nati nel 2020 secondo i report dell’Istat. Rispetto all’anno scolastico in corso si perderanno 368 bambini mentre rispetto al periodo pre-covid se ne sono persi 1265. In tutto il salernitano negli ultimi 15 anni sono persi 26.917 alunni dall’infanzia alle secondarie di secondo grado, si è passati dai 181.487 alunni censiti nel 1007 ai 154.570 dell’anno scolastico in corso. Sono gli effetti del calo delle nascite e a risentirne sono soprattutto le scuole delle aree interne della provincia. Le classi non si formano più e sono in pericolo, di conseguenza, anche le sedi lavoro per docenti e personale scolastico.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here