Incendi boschivi, vertice in Prefettura per un maggiore coordinamento tra le Istituzioni

0
191

“La prevenzione è quella che paga di più”: con queste parole il Prefetto di Salerno, Francesco Esposito, ha concluso la riunione, tenutasi nei giorni scorsi presso il Palazzo del Governo, sul tema del contrasto agli incendi boschivi. Un importante momento di riflessione, confronto e raccordo su un fenomeno che interessa in modo significativo la provincia di Salerno: la più vasta in ambito regionale con una notevole estensione territoriale e copertura boschiva, è stata sempre caratterizzata da un alto numero di eventi incendiari. Ed è stata una preziosa occasione per chiarire i passaggi sulle procedure operative e per affinare il coordinamento tra le Istituzioni, con la finalità di rafforzare la capacità di risposta del sistema provinciale di protezione civile. All’incontro c’erano la Protezione civile della Regione Campania, i Sindaci, i Presidenti delle Comunità Montane, i rappresentanti di Provincia, Forze dell’Ordine, Polizia Stradale, Vigili del Fuoco e Cot 118, nonché i gestori di strade e autostrade, delle ferrovie e di altri servizi.

È emersa la necessità di individuare Direttori delle Operazioni di Spegnimento (D.O.S.) nella maggior parte dei comuni della provincia di Salerno per assicurare, in ottica di prossimità e vicinanza ai territori, certezza dei compiti e celerità di esecuzione. Analoga importanza ha la costituzione di gruppi di volontariato e il coinvolgimento di tutti i cittadini, quali “sentinelle del territorio”.

Al termine degli interventi sui profili di carattere tecnico propri della campagna “Attività antincendio boschivo”, specifica attenzione è stata dedicata alle attività di prevenzione non strutturali che possono rappresentare un efficace strumento per il contenimento degli incendi boschivi: tra queste assume rilievo la sensibilizzazione dei cittadini e delle comunità sulle attività di promozione della cultura di protezione civile e delle corrette norme di comportamento per la salvaguardia dell’ambiente.

I Sindaci sono stati invitati ad avvalersi del contributo del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco e della Regione Campania e sono state raccomandate anche le seguenti azioni: aggiornamento dei piani comunali di protezione civile, adozione di adeguate procedure di avvistamento, allertamento e informazione alla popolazione, con particolare attenzione ad insediamenti, infrastrutture e impianti turistici posti all’interno o adiacenti alle aree boscate, cura dei terreni incolti ed abbandonati, prossimi alle aree antropizzate, a tutela dell’incolumità delle persone e dei beni esposti a pericolo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here