Il Liceo scientifico Pisacane ammesso al progetto “A scuola di Open coesione”

0
23

{vimeo}486767047{/vimeo}

Sarà la 2^ Q del Liceo Scientifico Quadriennale di Padula a partecipare, anche quest’anno per il secondo anno consecutivo al progetto civico promosso dal Ministero dell’Istruzione “A Scuola di OpenCoesione”. Un’iniziativa nata nel 2013 allo scopo di avvicinare i giovani al mondo dei finanziamenti europei e nazionali attraverso un’azione didattica avanzata e digitalizzata. Dopo il successo dello scorso anno, il Liceo Scientifico torna nuovamente ad essere selezionato tra le scuole partecipanti rientrando tra le 3 scuole salernitane che sono state ammesse a partecipare alle attività annuali di ASOC 2020/2021.

241  in totale i team ammessi quest’anno di cui 27 in tutta la regione Campania che sono appartenenti a 18 istituzioni scolastiche totali. Tra queste figura anche il team di Padula che sarà seguito, anche quest’anno dai docenti Pierpaolo Fasano e Annarita Pezzella cercando di ripetere l’importante risultato ottenuto nella scorsa edizione. Lo scorso anno, infatti, il Liceo Scientifico “Carlo Pisacane” si è classificato al primo posto in Italia per la sezione “Europa=Noi” su più di 200 scuole partecipanti ottenendo grande riscontro anche per il monitoraggio sulla Casa Museo Joe Petrosino piazzandosi tra i primi in Italia con l’attuale classe 3Q del liceo quadriennale.

Quest’anno l’istituto d’istruzione superiore di Padula, sarà nuovamente protagonista del progetto dedicato all’educazione civica dei ragazzi e che punta a sensibilizzare i giovani sul tema della cittadinanza attiva, attraverso anche percorsi educativi per la ricerca ed il monitoraggio di progetti di investimento con finanziamenti pubblici che siano europei o nazionali. Protagonista del nuovo programma di lavoro degli studenti del Liceo padulese è la Certosa di San Lorenzo da cui prende il nome il team della 2^ Q denominati I Certosini sviluppando un monitoraggio civico legato al progetto “Il grande attrattore culturale Certosa di San Lorenzo” che vede come ente attuatore il Comune di Padula. L’obiettivo del progetto è valorizzare la Certosa per aumentare l’attrattività, anche turistica, del territorio, migliorare la qualità della vita dei residenti e promuovere nuove forme di sviluppo economico sostenibile.

Anna Maria CAVA

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here